Parchi naturali, approvato il programma di attività 2020

Pubblicato il 13 Dicembre 2019 in Territorio

parchi naturali  

Mercoledì 11 dicembre la Giunta provinciale ha approvato il programma di attività 2020 dei Parchi naturali. “I danni causati lungo i sentieri dalla tempesta Vaia, nell’autunno del 2018, e dalle forti nevicate dello scorso novembre devono essere riparati”, sottolinea l’assessora provinciale Maria Hochgruber Kuenzer.

Un’ampia gamma di compiti

Il programma elaborato dall’Ufficio parchi naturali contiene un’ampia gamma di interventi a favore dei 7 Parchi naturali provinciali che spaziano dalla gestione delle strutture alla cura e manutenzione dei percorsi escursionistici e tematici. “A seguito dei danni causati dalla tempesta Vaia gli operatori dei parchi hanno numerosi compiti da svolgere per quanto riguarda le recinzioni, la messa in sicurezza dei percorsi e dei ponti, alcuni dei quali sono stati distrutti dagli eventi atmosferici”, sottolinea il direttore d’Ufficio Enrico Brutti.

95.000 visitatori nel 2019

Parchi naturali dell’Alto Adige sono impegnati anche nell’elaborazione di ricerche scientifiche sugli ambienti naturali più sensibili e sulle specie rare. Vengono inoltre svolte campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica nei confronti della tutela della natura. In quest’ambito i Centri visite rappresentano una sorta di “ponte tra l’uomo e la natura, e ci consentono di rivolgere la nostra attenzione verso la particolarità e la molteplicità del paesaggio naturale”, afferma la Hochgruber Kuenzer. Le guide dei Parchi accompagnano i visitatori nella scoperta della ricchezza naturalistica che caratterizza queste strutture protette. Sono particolarmente apprezzate le offerte formative rivolte ai più giovani come ad esempio la formazione dei Junior ranger o le giornate all’insegna dell’avventura rivolte ai bambini. Nel 2019 oltre 95.000 visitatori hanno usufruito di quest’offerta formativa dei Parchi naturali.

Investimenti nella sostenibilità

L’assessora nei suoi sopralluoghi ai Centri visite è rimasta particolarmente colpita dalla motivazione degli operatori che promuovo i programmi formativi e gestiscono le strutture e sottolinea. Per il programma di attività 2020 sono stati messi a disposizione dell’Ufficio parchi naturali complessivamente 1,915 milioni di euro ed a questo proposito l’assessora sottolinea che “gli investimenti a favore dei Parchi naturali rappresentano un passo in avanti importante per la sostenibilità“. Da evidenziare, in questo contesto, il fatto che il programma di attività comprenda anche una serie di contributi e di incentivi per la cura e la conservazione degli ambienti naturali per i quali vengono stanziati oltre 500.00 euro. “Con questi contributi – conclude l’assessora – promuoviamo e diamo un riconoscimento all’impegno di coloro che svolgono attività faticose, impegnative e non sempre redditizie nell’ambito dei territori dei Parchi, ma che contribuiscono a caratterizzare in maniera determinante il paesaggio naturale che tutti ammiriamo”.

ASP/jw/fg

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211