Orti comunali per le associazioni, pochi giorni per presentare domanda

Pubblicato il 11 Marzo 2018 in Culture

 

Orti comunali, scade il 15 marzo il termine per presentare domanda e aggiudicarsi un lotto per sviluppare progetti sociali. L’idea è quella di sviluppare orti urbani comunitari/sociali che promuovano il benessere nella comunità urbana attraverso la realizzazione di iniziative che favoriscano la nascita di relazioni di buon vicinato. Insomma di progetti che si sviluppino attraverso l’esperienza del fare, con interventi di educazione ambientale e progetti di recupero delle tradizioni locali attraverso la coltivazione di orti anche nel contesto urbano, in modo da coinvolgere in primo luogo gli abitanti del quartiere, sensibilizzando la cittadinanza a un diverso stile di consumo, come pure sviluppare nuove modalità di relazioni sociali e una maggiore coesione sociale nonché il coinvolgimento e l’attivazione di fasce di popolazione a rischio di esclusione sociale. I progetti potranno essere orientati anche alla creazione di uno spazio interculturale. I destinatari sono associazioni, fondazioni, cooperative sociali, organizzazioni di volontariato, onlus, iscritte all’Albo Comunale delle Associazioni. Nel caso in cui il progetto di gestione abbia come obiettivo la realizzazione di attività terapeutiche e riabilitative, la domanda potrà essere presentata anche da strutture sanitarie e/o assistenziali aventi sede nel territorio comunale.

Le domande vanno presentate entro il 15 marzo alle ore 12  a mano o via PEC (bz@legalmail.it). Gli orti sono ubicati nelle seguenti aree: Casanova – via Nicolò Rasmo: n. 7 orti; Via Lungo Isarco Destro: n. 1 orto; Via Visitazione: n. 2 orti; Via Johann Gutenberg: n. 11 orti; Via Castel Weinegg: n. 7 orti. L’assegnazione del terreno a scopo orto urbano comunitario/sociale non dà diritto ad alcun ulteriore contributo in denaro per la gestione e/o conduzione del progetto. Periodo di assegnazione: tre anni fino al 31 ottobre 2020.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211