Nauders-Glorenza, ok all’elettrodotto fra Austria e Italia

Pubblicato il 11 Ottobre 2017 in Infrastrutture

 

Il progetto del nuovo elettrodotto transfrontaliero fra Italia e Austria Nauders-Glorenza che vede coinvolti la Provincia, la società Terna e i Comuni di Curon e Malles, è attualmente in fase di autorizzazione. Le parti, infatti, il 10 ottobre a Bolzano negli uffici dell’assessore provinciale all’ambiente e energia Richard Theiner hanno firmato il verbale con gli esiti del tavolo tecnicodando il via libera alle varianti del progetto. La sottoscrizione è stata preceduta da un’intensa collaborazione durata oltre due anni che ha consentito di giungere a un accordo complessivo sul tracciato del tratto altoatesino dell’elettrodotto.

La società Terna, gestore della rete elettrica nazionale, realizzerà una nuova infrastruttura di interconnessione fra Italia e Austria. Sarà posato un nuovo elettrodotto a 220 kilovolt totalmente in cavo interrato che collegherà la stazione elettrica di Nauders in Austria e, attraversando il passo Resia, si connetterà con l’esistente stazione elettrica di Glorenza in val Venosta, che verrà contestualmente ampliata. L’elettrodotto, che sarà a ridotto impatto paesaggistico, nel tratto italiano si svilupperà per 24 chilometri.

Simili interconnessioni favoriscono il livello d’integrazione della rete elettrica italiana con quella degli Stati confinanti. In tal modo, oltre a incrementare gli scambi di elettricità, è possibile convogliare verso i centri di consumo l’energia proveniente dall’estero a minor costo, con conseguente riduzione dei prezzi.

Per garantire il più ampio coinvolgimento possibile, non solo delle istituzioni ma anche dei cittadini, tra il 2015 e il 2016, Terna aveva organizzato una serie di giornate informative nei Comuni di Malles e Curon, in cui, oltre a illustrare le caratteristiche l’opera, erano state raccolte le indicazioni e i suggerimenti dei partecipanti. «Il risultato di questa intensa attività di concreta collaborazione, consente oggi al progetto di essere sostenibile con un impatto negativo il più possibilmente contenuto sia per il territorio che per i suoi abitanti», afferma l’assessore Theiner a sottoscrizione avvenuta.

I sindaci di Curon Venosta, Heinrich Noggler, e di Malles, Ulrich Veith, esprimono soddisfazione per il risultato ottenuto «grazie alla preziosa collaborazione con Terna sempre disposta a recepire le esigenze e i desideri della popolazione, e al coordinamento del Dipartimento».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211