Menu

Nasce NOI Spa, la «costola» di IDM che si occupa del parco tecnologico

Pubblicato il 11 Settembre 2018 in Territorio

 

La Giunta ha approvato oggi (11 settembre) l’accordo quadro fra Provincia e Camera di commercio, per la redistribuzione dei compiti di IDM approvata lo scorso maggio. Venerdì anche la Camera di commercio darà disco verde alla riorganizzazione formale. L’accordo dello scorso maggio prevede la riformulazione dell’accordo quadro fra Provincia e Camera di commercio, con l’approvazione di un nuovo statuto che normerà il funzionamento della società NOI Spa, istituirà un board dirigenziale e adeguerà l’identificazione della mission della società ai nuovi compiti indicati lo scorso maggio di concerto fra Provincia e ente camerale. Secondo quanto stabilito in primavera la parte che si occupa di NOI e innovazione all’interno di IDM verrà completamente scorporata e integrata nella società in-house BLS. La nuova società è stata ribattezzata NOI Spa, avrà forma giuridica di società in-house della Provincia e sarà operativa da gennaio 2019.

I compiti delle due società

NOI Spa offrirà consulenza strategica alle imprese e in particolare alle startup, lavorando per creare un ambiente ottimale per la ricerca e l’innovazione, così da «stimolare le attività di ricerca rilevanti e incoraggiare un aumento delle spese di ricerca e sviluppo in Alto Adige nell’ambito di un partenariato pubblico-privato». La riorganizzazione di NOI Spa prevede l’istituzione di un board di governance che raccoglie i rappresentanti degli stakeholder, all’interno del quale la Camera di commercio nomina due rappresentanti. IDM si concentrerà da un lato sul marketing turistico, di destinazione e agricolo, dall’altro sullo sviluppo di impresa comprese le attività di exporte la consulenza generale in materia di innovazione. «La riassegnazione dei compiti rappresenta un passo fondamentale per l’orientamento di IDM verso il futuro. Concentrando consapevolmente l’organizzazione, i processi e le strutture possono essere semplificati e resi più efficienti» ha detto il presidente della Giunta provinciale esprimendo così anche l’unità d’intenti con la Camera di commercio rispetto alle modalità di ottimizzazione dei compiti della società NOI Spa.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211