Multilinguismo, metodo Clil già dalla seconda liceo

Pubblicato il 13 Gennaio 2016 in Culture

buona scuola  

Il multilinguismo in Alto Adige fa un passo avanti con l’ampliamento del raggio d’azione del metodo Clil per l’insegnamento della seconda o terza lingua. La giunta provinciale di Bolzano ieri 12 gennaio ha approvato la possibilità di insegnamento con questa metodologia già dalla seconda classe delle scuole superiori in lingua tedesca: fino ad oggi questo progetto pilota era possibile solo nell’ultimo biennio delle superiori.

Lezioni in lingua straniera

In sostanza questo metodo consiste nell’utilizzo, da parte dell’insegnante e degli studenti, di una lingua straniera, che nel caso delle scuole tedesche può essere tipicamente l’italiano o l’inglese, durante le lezioni di materie non linguistiche: dalla storia alla matematica, per esempio. Introdotto in Alto Adige nel luglio 2013 come sperimentazione solo per le classi quarte e quinte, il metodo Clil (acronimo per Content and Language Integrated Learning) viene ora rimodulato anticipando la possibilità del suo utilizzo già nella seconda e terza classe.

Infatti il quinto anno è fortemente orientato all’esame di maturità e dunque si è ritenuto opportuno cominciare prima. Questa possibilità, sottolinea l’assessore all’istruzione Philipp Achammer, consente alle scuole maggiore flessibilità e autonomia decisionale. In Alto Adige le scuole tedesche che hanno avviato la sperimentazione si sono equamente suddivise fra chi ha introdotto l’uso dell’italiano e chi dell’inglese. In dicembre l’anticipo alla seconda e terza classe era stato approvato all’unanimità dal Consiglio scolastico di lingua tedesca.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211