Metano, accordo confermato con Alperia: 40 milioni di euro per 3 anni

Pubblicato il 5 Aprile 2018 in Imprese

alperia  

L’Agenzia appalti ha pubblicato  sulla sua piattaforma online www.bandi-altoadige.it l’offerta per gli enti e le amministrazioni pubbliche altoatesine per l’acquisto di metano da Alperia Energy a condizioni prefissate. Il valore complessivo dell’accordo stipulato fra l’Agenzia appalti e Alperia, vincitrice del bando, ammonta a 40 milioni di euro e ha durata di 3 anni: è noto che in tutta la UE gli enti sono tenuti ad avvalersi di offerte centralizzate per acquistare beni e servizi in modo coordinato, come nel caso del gas. In questo modo è possibile realizzare economie di scala, efficientare le procedure di acquisto e risparmiare denaro pubblico. In particolare le stime dell’Agenzia appalti rivelano che sugli 88 milioni di metri cubi standard di gas stimati come consumo nei tre anni di validità della convenzione, rispetto alla nuova convenzione Consip 10 sarà possibile risparmiare circa 1,7 milioni di euro.

Le amministrazioni pubbliche possono in questo modo acquistare beni e servizi a speciali condizioni predefinite, che solo un acquirente all’ingrosso può ottenere. In Alto Adige è l’Agenzia appalti (la cui denominazione ufficiale è ACP – Agenzia per i procedimenti e la vigilanza in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture) a offrire questo servizio alle pubbliche amministrazioni locali, cosa di cui in Italia si occupa la Consip. Nel caso in cui un ente decida di non avvalersi dell’offerta d’acquisto collettiva, il prezzo corrispondente dell’offerta funge in ogni caso da valore indicativo. Nel dicembre scorso la Giunta provinciale ha approvato il piano 2018 per l’acquisto centralizzato che interessa tra l’altro l’acquisto di detergenti, sale per il servizio strade, prodotti alimentari, carta, articoli di cancelleria, mobili da ufficio o il servizio di revisione dei conti.

Arnold Kaiser dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige, che coordina gli acquisti collettivi di numerosi ospedali altoatesini, conferma il risparmio di tempo e la maggiore sicurezza garantita dalle procedure collettive. «Il prossimo passaggio – spiega – sarà l’adesione con pochi passaggi sulla piattaforma dell’Acp all’accordo  con Alperia. Sarà così possibile accedere direttamente all’offerta di metano di Alperia invece che all’agenzia nazionale Consip». Il direttore dell’Agenzia appalti, Thomas Mathà, aggiunge che «è positivo il fatto che il bando sia andato nuovamente a un’impresa altoatesina». Un altro obiettivo da perseguire riguarda una sempre maggiore collaborazione fra le piccole aziende altoatesine per prendere parte in modo coordinato ai bandi. «In questo modo – conclude Mathà – potrebbero anch’esse approfittare dei vantaggi del sistema di offerta centralizzata e difendersi meglio nei confronti della concorrenza».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211