Merano, Bressanone, Val Badia: ecco i bandi per 200 milioni di opere

Pubblicato il 21 Dicembre 2016 in Infrastrutture

 

“Il fatto che siano stati avviati i bandi per la realizzazione di tre grandi opere pubbliche che erano parte del nostro programma di coalizione è motivo di grande soddisfazione”. Con queste parole, il presidente Arno Kompatscher commenta la pubblicazione delle gare per il secondo lotto della circonvallazione nord-ovest di Merano, per lo svincolo di Bressanone e per l’accesso alla Val Badia. “Si tratta di tre interventi – sottolinea il Landeshauptmann – che puntano a migliorare non solo la rete viaria e di mobilità, ma anche la qualità di vita dei residenti. I progetti sono frutto di una lunga e accurata fase di pianificazione portata avanti in stretta collaborazione con Comuni, Comunità comprensoriali e popolazione”. Oltre a ringraziare coloro che all’interno dell’amministrazione hanno reso possibile il raggiungimento di questo traguardo, l’assessore ai lavori pubblici Florian Mussner aggiunge che “questi bandi porteranno con sè nuovi posti di lavoro e nuove opportunità di crescita anche per le imprese locali. Parliamo di 196 milioni di investimenti – spiega Mussner assieme al direttore della Ripartizione infrastrutture Gustav Mischì – ai quali si aggiungono diversi altri progetti che vedranno la luce nei prossimi anni secondo la lista di priorità pluriennale che abbiamo elaborato”.

Dal punto di vista quantitativo, la parte del leone la fa il secondo lotto della circonvallazione nord-ovest di Merano, un’opera che costerà complessivamente 125,2 milioni di euro. Dopo il completamento del primo lotto con il collegamento fra la MeBo e la stazione ferroviaria, il secondo lotto consiste nella realizzazione di un tunnel sotto via Goethe e Monte Benedetto sino alla zona artigianale di Tirolo. Qui il traffico verrà regolato da una rotatoria con svincoli per Val Passiria, Tirolo e Maia Alta. “La raggiungibilità e la viabilità della seconda città dell’Alto Adige verrà sensibilmente migliorata”, commenta Mussner, il quale aggiunge che “per i lavori di questo lotto sono previsti circa cinque anni e mezzo”. Il termine per presentare le offerte scade il 28 febbraio, la scelta seguirà il criterio della miglior offerta economica, tenendo però in forte considerazione i parametri legati alla qualità, alle opere ambientali e alla struttura dell’impresa.

Ammontano a 58 milioni di euro, invece, i costi per la realizzazione dell’accesso alla Val Badia per quanto riguarda il lotto soprannominato “bosco del convento”. Si tratta della sistemazione di un tratto di statale della Pusteria sino alla galleria di Castel Badia, dell’allacciamento stradale con la Val Badia, nonchè della realizzazione di un nuovo incrocio, un ponte sul fiume Rienza e una galleria sotto il dosso Floronzo. “Le nuove infrastrutture – sottolinea l’asssessore Florian Mussner – sgraveranno i centri abitati dal traffico di transito, e tutta la rete viaria della zona sarà adeguata al notevole flusso di pendolari e turisti rendendo il tutto più scorrevole”. Pubblicato, infine, anche il bando per lo svincolo di Bressanone centro, che rappresenta il terzo lotto della circonvallazione della città vescovile. Si tratta di un tratto lungo meno di mezzo km., con un tunnel di 362 metri, che garantirà un accesso più rapido alle centrali via Dante e via Roma. Per tutti i dettagli sui bandi in corso in Provincia di Bolzano si può visitare il portale del sistema informativo contratti pubblici.



Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211