Lotta al cyberbullismo, l’impegno delle classi altoatesine

Pubblicato il 11 Febbraio 2020 in Territorio

 

Si celebra martedì 11 febbraio la giornata per la sicurezza in rete, istituita e promossa dalla Commissione Europea per un uso consapevole del web e per un ruolo attivo e responsabile di ciascuno al fine di rendere internet un luogo positivo e sicuro. La scuola italiana della Provincia di Bolzano ha celebrato questa giornata in anticipo e lunedì 10 febbraio, nell’aula magna del Liceo Pascoli di Bolzano, ha ospitato oltre 300 ragazzi di tutti i gradi scolastici, pronti a ribadire il proprio impegno contro il cyberbullismo.

Premiate 4 classi per i lavori sul cyberbullismo

In questa occasione una giuria di studenti ha premiato i lavori presentati da classi di tutte le scuole e dedicati al tema della giornata. Queste le scuole premiate: scuola primaria Gandhi di Laives (5B), scuola secondaria di I grado Segantini di Merano (3C); Liceo Pascoli di Bolzano (5D). Il Sovrintendente Vincenzo Gullotta ha ringraziato i ragazzi intervenuti e i docenti: “La lotta al cyberbullismo – ha spiegato – può avere successo solo tramite la prevenzione e l’impegno di ognuno di noi a rispettare le regole della rete e a denunciare gli episodi di violenza digitale“.

Il mese della sicurezza in rete

Per quest’anno, inoltre, il Safer Internet Centre Italiano in concomitanza del Safer Internet Day 2020, lancerà una campagna informativa denominata Il mese della sicurezza in rete che promuove e dà visibilità alle attività delle scuole in questo ambito.



Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211