Leggere in tenera età, il progetto Bookstart premiato in Piemonte

Pubblicato il 8 Marzo 2017 in Culture, Territorio

Bookstart  

La quarta edizione del Premio persona e comunità, organizzato dal Centro studi, cultura e società in collaborazione con la Regione Piemonte, vede nuovamente l’Alto Adige sugli scudi. L’anno scorso era stata la volta delle Lettere ai genitori, mentre questa volta tocca a Bookstart tornare da Torino con un importante riconoscimento, ovvero quello riservato al miglior progetto italiano per lo sviluppo, il benessere e la cura delle persone, ritirato nei giorni scorsi dalla direttrice dell’Agenzia per la famiglia, Gudrun Schmid, e da Dagmar Emeri dell’Ufficio biblioteche e lettura. Nella sua motivazione, il comitato scientifico del premio sottolinea «l’elevata qualità del progetto Bookstart anche per i riferimenti ai più recenti risultati delle ricerche sullo sviluppo cognitivo della prima infanzia. Particolarmente positiva, inoltre, la metodologia di coinvolgimento in una situazione complessa di notevoli differenziazioni etniche e linguistiche».

Bookstart ha raggiunto già 36.700 famiglie

Nato ormai 10 anni fa in Alto Adige, il progetto Bookstart – i bambini amano la lettura è supportato dall’Agenzia per la famiglia e il Dipartimento cultura in lingua tedesca e italiana, in collaborazione con gli Uffici Biblioteche e promozione della lettura italiano e tedesco. Sono già 36.700 le famiglie altoatesine che hanno ricevuto i cofanetti di Bookstart: il primo pacchetto con 2 libretti illustrati, materiale informativo sull’importanza della lettura ad alta voce e sulle modalità d’interazione con il bambino, nonché un opuscolo con alcuni suggerimenti bibliografici arriva gratuitamente a casa dei richiedenti al compimento dei 6 mesi di vita del figlio, e lo stesso avviene al compimento dei 18 mesi.

Soddisfatta per il riconoscimento ottenuto l’assessora alla famiglia Waltraud Deeg, la quale si dice «orgogliosa del fatto che questa iniziativa riesca a ricevere grande considerazione anche al di fuori dei confini provinciali. Ciò rappresenta il segnale che la strategia che mettiamo in campo nel settore delle politiche per la famiglia si muove nella giusta direzione». Parole di elogio a Bookstart arrivano anche dall’assessore alla cultura italiana Christian Tommasini, secondo il quale «stimolare la curiosità e l’amore per la lettura è uno degli investimenti più importanti per il futuro», mentre per Philipp Achammer «è fondamentale riuscire ad appassionare i bambini alla lettura sin dalla più tenera età favorendo un approccio ludico ai libri».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211