AAA cercasi postino: 25 portalettere per l’Alto Adige

Pubblicato il 31 Ottobre 2017 in Lavoro, Territorio

 

Con il 5 novembre Poste italiane Spa avvia il servizio di recapito a giorni alterni in 12 Regioni e 500 Comuni, in attuazione graduale della delibera AGCOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) che prevede la consegna a giorni alterni nei Comuni fino a 200 abitanti per kmq. Questa riduzione avrebbe coinvolto anche 26 Comuni altoatesini nella parte orientale del territorio, ossia val Pusteria e val Badia. «Ma la misura non sarà attuata in Alto Adige. Viene superata grazie all’accordo che la Provincia ha firmato in aprile con Poste italiane e che prevede tra l’altro la consegna quotidiana e quella aggiuntiva al sabato dei prodotti editoriali. È garantita la continuità del servizio senza limitazioni», ha spiegato il presidente Arno Kompatscher dopo la seduta di Giunta. La Provincia, secondo l’intesa con Poste italiane, mette a disposizione risorse finanziarie che saranno corrisposte in base ai servizi effettivamente garantiti dall’azienda in Alto Adige.

Il problema del servizio di recapito postale è legato anche a quello del personale: un miglioramento per l’Alto Adige è in arrivo grazie al recente bando indetto da Poste italiane che prevede l’assunzione di 25 nuovi portalettere. «La Provincia ha sostenuto la ricerca di personale, in quanto in passato l’azienda ha incontrato difficolta a reperire candidati per le aree periferiche dell’Alto Adige», ha detto Kompatscher. Dal canto suo Poste italiane ha modificato i criteri di selezione per facilitare il reperimento di personale. «Hanno risposto già oltre 80 candidati e fino a metà novembre c’è ancora la possibilità di partecipare al bando per postino», ha informato il Presidente.

Nuovo personale sarà assunto alle poste anche in vista dell’apertura del nuovo centro di distribuzione a Bolzano, la cui entrata in esercizio è prevista nell’aprile 2018, ha anticipato Kompatscher. Anche lo spostamento del centro da Verona a Bolzano rientra nell’accordo Poste-Provincia dell’aprile scorso. Attualmente si lavora a pieno ritmo per risolvere tutte le questioni tecniche. È prevista una ventina di nuovi posti di lavoro.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211