Merano, l’ippodromo diventa (anche) un parco pubblico

Pubblicato il 24 Febbraio 2017 in Agenda

 

Ora l’Amministrazione comunale ha le idee chiare: “Il campo di polo, situato a est dell’ippodromo, verrà aperto ai meranesi a tarda primavera”, hanno annunciato oggi in conferenza stampa il sindaco Paul Rösch e l’assessora Gabriela Strohmer. I lavori prenderanno il via la prossima settimana e si concluderanno a Pasqua. “Questo progetto è uno dei punti importanti del programma di governo”, ha fatto notare il sindaco Paul Rösch. “L’apertura dell’ippodromo alla cittadinanza è un obiettivo che stava e sta molto a cuore alla Giunta comunale”, ha spiegato l’assessora Gabriela Strohmer. “Questo impianto non deve essere più considerato a sé stante ma in rete con gli altri parchi della città e con le adiacenti strutture sportive”.

Proprio per studiare le potenzialità di Maia come struttura polifunzionale, la stessa Strohmer – nel marzo dello scorso anno e assieme a una delegazione meranese della quale facevano parte anche Mario Pirone della Merano Galoppo e Heike Platter dei Giardini di Castel Trauttmansdorff – aveva visitato a Parigi l’Hippodrome d’Auteuil, un impianto che offre appunto a cittadini e ospiti l’opportunità di trascorrervi il proprio tempo libero passeggiando e godendo del verde.

“Gli interventi per la risistemazione del campo di polo saranno suddivisi in due fasi – ha spiegato Sebastian Gretzer dello studio di architettura meranese freilich – la prima durerà circa trenta giorni, in quanto all’ippodromo si può lavorare solo mezza giornata; i tempi della seconda fase deve essere ancora più precisamente definita, perché occorre stabilire il tracciato definitivo del percorso di accesso”.

Der ehemalige Polo-Platz

Certo è che il nuovo parco occuperà oltre 18.000 dei 28.000 metri quadrati sui quali si estende l’attuale campo di polo; verrà delimitato, a una distanza di almeno dieci metri dalla pista di allenamento, da una siepe circolare e sarà dotato di un campo giochi, di sentieri interni, di prati in fiore, di mobili in legno che inviteranno i visitatori a sostare e a rilassarsi. È prevista anche la realizzazione di un chiosco con gabinetti pubblici. Al parco si accederà da via Toti, ovvero attraverso il parcheggio del circolo ippico. Il costo dei lavori di giardinaggio ammontano a 40.000 euro.
Soddisfatto del progetto, che offre un nuovo spazio ricreativo pure alle famiglie residenti nella zona, anche il presidente del comitato di quartiere Paul Zipperle.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211