Internet of Things, Alto Adige sempre più connesso: il focus a SFScon due panel dedicati

Pubblicato il 1 Novembre 2019 in Innovazione

 

Sono un centinaio le imprese dell’Alto Adige che potranno direttamente o indirettamente beneficiare delle opportunità di crescita offerte dall’IoT, l’Internet of Things. Un’innovazione tecnologica che promette di diventare nuovo volano di sviluppo per i settori strategici dell’economia altoatesina. Un tema che, in occasione del SFScon, il più grande evento italiano dedicato al free software, in programma il 15 e 16 novembre a NOI Techpark, sarà al centro di due panel: “The IoT business and research community in South Tyrol” e “IoT technologies – technological trends”. Entrambi gli incontri nascono nell’ambito delle ricerche realizzate tramite il Free Software Lab Observatory, l’Osservatorio del Laboratorio di Sviluppo Software di NOI Techpark. 

L’Internet of Things rappresenta un’innovazione di portata significativa sia a livello economico che sociale. Tramite l’IoT, realtà fisica e virtuale si collegano tra loro, ricreando un ambiente intelligente capace di rendere più sicura, semplice ed efficiente la vita di milioni di persone. Nell’ambito del programma europeo di ricerca e innovazione Horizon 2020, l’Unione Europea investirà quasi 500 milioni di euro in ricerca, innovazione e diffusione dell’IoT. Secondo uno studio della Commissione UE, infatti, il valore del mercato dell’IoT in Europa supererà il trilione di euro per il 2020. Già nel 2018, si contavano 7 miliardi di oggetti connessi ad internet e per il 2020 si prevede un numero di oggetti mobili connessi attraverso l’IoT pari a 50 miliardi. Una rivoluzione di cui potrà beneficiare anche l’Alto Adige in molti dei suoi settori strategici: dallo smart manufacturing (in cui l’IoT può aumentare l’efficienza dei processi e la tracciabilità in tempo reale degli asset produttivi) al turismo, dalle smart cities alla smart mobility, dalla sanità alla domotica fino alla pubblica amministrazione

«Le reali opportunità dell’IoT per il nostro territorio dipenderanno dalla capacità del sistema di innovare, di incoraggiare collaborazioni e di trasferire conoscenze tra le aziende, le start-up e i centri di ricerca. Per questo, abbiamo voluto approfondire le potenzialità di questa tecnologia rivoluzionaria, concentrandoci sulle ricadute reali che potranno esserci per la nostra economia» – annuncia Patrick Ohnewein, esperto del settore tecnologico Digital di NOI Techpark che organizza SFSCon e NOI Hackathon.

I PANEL – Ed è proprio sullo sviluppo di una community IoT locale che si concentra il panel “The IoT business and research community in South Tyrol” (venerdì 15 novembre 2019 alle ore 12), in cui saranno presentati i risultati delle attività di ricerca svolte da Fraunhofer Italia, in collaborazione con NOI SpA e Gruppo FOS. Lo studio fa parte del progetto FESR 2023 Beacon Südtirol (CUP: B31H17000060001) finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) della Provincia autonoma di Bolzano, Investimenti per la crescita e l’occupazione FESR 2014-2020. Un progetto che prevede l’istallazione di 3.500 beacon – dispositivi bluetooth a bassa frequenza -, che renderanno l’Alto Adige sempre più interconnesso.

I risultati della ricerca indicano la presenza di circa 120 realtà pubbliche e private che svolgono un ruolo importante nel mercato dell’IoT altoatesino. Questa comunità comprende grandi aziende, PMI, centri di ricerca e start-up insediate a NOI Techpark. Nel corso dell’incontro saranno descritte le principali caratteristiche della comunità IoT in termini di settore e aree di conoscenza e saranno illustrate le linee guida composte da metodi e strumenti in parte derivati dal Design-Thinking che favoriranno l’interazione tra ricerca e industria ed evitare la frammentazione delle competenze. 

«L’IoT è un settore in forte crescita, nei prossimi anni ci saranno sempre più dispositivi connessi» – anticipa Riccardo Brozzi, coordinatore del team di Business Model Engineering di Fraunhofer Italia e curatore della ricerca. «È fondamentale che i player presenti nella nostra provincia, imprese, centri di ricerca e start-up, riescano a trovare un ambiente sempre più favorevole allo sviluppo di nuove collaborazioni. NOI Techpark può offrire un supporto nella definizione dell’idea, nella ricerca di potenziali partner, nella creazione di progetti concreti, ma anche nella valutazione di opportunità di finanziamento».

Nel panel “IoT technologies – technological trends” (venerdì 15 novembre 2019 alle ore 17.00) saranno passati in rassegna i nuovi trend per l’IoT in provincia. L’incontro, curato da Giovanni Giannotta, ingegnere elettronico ed esperto di ICT del Gruppo FOS, indicherà quali sono le ultime tecnologie di connessione, con un focus sulle reti Sigfox e LoRaWAN (Long Range Wide Area Network), sull’avvento della rete 5G e su come le aziende possono dare il proprio supporto per colmare il gap esistente tra i grandi centri urbani e le zone rurali e montane. Obiettivo principale del rapporto è fornire una panoramica sulle tecnologie IoT all’avanguardia e sulla loro applicazione nella vita di tutti i giorni, dando a tutti gli attori coinvolti una visione su come progrediranno tali tecnologie in Alto Adige.

SFSCON – Giunta alla 19° edizione, SFScon è la conferenza internazionale che promuove l’uso del software libero come strumento per generare innovazione e condivisione. A NOI Techpark si riuniranno partecipanti da tutta Europa, tra sviluppatori, programmatori, aziende, studenti e decisori pubblici, per condividere le migliori pratiche in materia IT e per conoscere le ultime novità del settore. Tra gli speaker più attesi, alcuni dei massimi esperti in Europa di Free Software, come: Oliver Fendt, Luigi Gubello, meglio noto come Evariste Galois, Andrew Wilson, e molti altri. Venerdì 15 novembre, alle ore 11.00, sarà inoltre assegnato il “South Tyrol Free Software Award”: un riconoscimento che premia la persona che più ha contribuito alla diffusione della cultura del Free Software in provincia di Bolzano. Fondato nel 2001 su iniziativa del Linux User Group Bolzano-Bulsan, SFScon dal 2005 è stato organizzato e promosso da TIS Innovation Park e, a seguire, da NOI Techpark. L’evento quest’anno è realizzato in collaborazione con EEN-Enterprise Europe Network, la rete europea a supporto delle imprese. È sponsorizzato da: Red Hat, Gruppo FOS, Made in Cima, Top Control, Würth Phoenix, 1006.org, Davide Montesin Innovative Software, Endian, ORMA Solutions, Peer, QBUS, R3GIS, SiMedia, Telmekom e Xpeppers (Claranet Group company). Ulteriori informazioni su https://www.sfscon.it 

Parallelamente alla SFScon, si terrà il NOI Hackathon SFScon Edition: una maratona digitale che metterà a confronto sviluppatori e creativi per far crescere nuove idee. NOI Hackathon SFScon Edition è organizzato da NOI Techpark e Stiftung Südtiroler Sparkasse. L’evento è sponsorizzato da: ACS Data Systems, EcoSteer, Infominds, lvh.apa, Marketing Factory, Oberalp Group, ONTOPIC, Open Data Hub Südtirol, SiMedia e Systems. Le iscrizioni sono aperte, tutte le info e il form per la registrazione sono disponibili su https://hackathon.bz.it.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211