Innovazione, nuovi progetti a Merano e Silandro

Pubblicato il 24 Luglio 2017 in Imprese, Innovazione, Opportunità, Territorio

Open Data Hackathon  

Oggi, 24 luglio, sono stati presentati in municipio a Merano i progetti Mestech e Basis, approvati dalla Giunta provinciale nell’ambito del programma Fesr (Fondo europeo per lo sviluppo regionale). Obiettivo delle due iniziative è promuovere a Merano e a Silandro la ricerca e l’innovazione, lo sviluppo sostenibile e integrato e la coesione economica, sociale e territoriale. Alla presentazione è intervenuto anche il presidente della Giunta provinciale Arno Kompatscher.
«Sostenere la ricerca e l’innovazione è fondamentale per garantire un’economia sana e il benessere della nostra comunità» ha sottolineato il Landeshauptmann durante la conferenza stampa svoltasi questa mattina in municipio a Merano e alla quale hanno preso parte anche il primo cittadino Paul Rösch, il suo collega di Silandro Dieter Pinggera e l’assessore all’innovazione Diego Zanella. «Per continuare a rimanere competitivi – ha aggiunto Kompatscher – non è sufficiente investire nella ricerca e nello sviluppo tecnologico, ma occorre anche attuare mirati ed efficaci progetti in rete». «Uno dei nostri compiti più importanti  – e lo abbiamo evidenziato anche nel programma di coalizione 2015/2020 – è creare le condizioni utili per rafforzare il sistema economico meranese. Per riuscire in questo intento sono necessari provvedimenti e progetti in grado di incentivare l’evoluzione della città di cura in una smart city, ovvero in una città sempre più intelligente e la formazione di un contesto favorevole alla nascita di nuove iniziative imprenditoriali» ha dichiarato il sindaco Paul Rösch.

Mestech e Basis, due progetti per promuovere l’innovazione

Mestech sta per Merano Smart Tech Community. «Merano è attualmente priva di istituti di ricerca e alta formazione. Con questo progetto intendiamo creare un ecosistema fertile per lo sviluppo imprenditoriale e l’innovazione, per una nuova imprenditoria ad alto contenuto tecnologico in alcuni settori di eccellenza, con particolare attenzione al tema della smart city» ha spiegato l’assessore comunale all’innovazione Diego Zanella. Basis è invece la sigla di «Business and Service Incubator Schlanders». «L’area delle caserme offre a Silandro una grande opportunità. Le strategie per lo sviluppo di questa zona prevedono non solo soluzioni di edilizia abitativa ma anche la realizzazione di strutture dedicate alla ricerca e alla formazione e di un polo di innovazione. Il progetto Basis ci consentirà di creare un centro di servizi per neo imprenditori e imprese già avviate dell’intera val Venosta e un contesto nel quale possano esser testate nuove idee e prototipi nella prima fase di sviluppo. L’obiettivo è quello di stimolare la creatività e la disponibilità a sperimentare nuove soluzioni» ha detto il sindaco Pinggera.

Questi due progetti, che verranno realizzati entro il 2019, sono stati elaborati in stretta collaborazione fra Provincia, Comune di Merano e Comune di Silandro. Una sinergia che verrà sfruttata anche in fase di attuazione. Allo scopo verrà infatti istituito un tavolo di lavoro comune per coordinare al meglio le attività e condividere risultati e buone prassi.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211