Innovazione e imprenditorialità, stretta partnership tra unibz e Provincia Bolzano

Pubblicato il 11 Settembre 2019 in Innovazione

 

Una consuetudine che adesso, con la convenzione firmata oggi, diventerà collaborazione strutturata. Negli ultimi cinque anni la Ripartizione Innovazione, Ricerca e Università e i proff. Alessandro Narduzzo e Christian Lechner, docenti della macroarea di ricerca di Imprenditorialità e Innovazione della Facoltà di Economia, hanno collaborato per la progettazione e la realizzazione del bando a favore della capitalizzazione delle nuove imprese. Per quel progetto, Narduzzo e Lechner hanno messo a disposizione della Ripartizione la loro expertise sia per la progettazione del bando, contribuendo a individuare i criteri secondo cui l’ente pubblico avrebbe dovuto sostenere finanziariamente le nuove imprese tecnologiche sul territorio, sia per la predisposizione di condizioni favorevoli alla crescita e sviluppo di un ecosistema imprenditoriale incentrato sull’innovazione, prevedendo il coinvolgimento dei cosiddetti “business angels”.

Tre saranno gli obiettivi della cooperazione tra Provincia e Ateneo. Il primo riguarda la progettazione, l’affinamento e l’analisi dell’impatto del “Bando a favore della Capitalizzazione di imprese innovative, nuove o da costituire” promosso finora dalla Provincia Autonoma di Bolzano. Il secondo sarà la progettazione ed esecuzione di un programma di accompagnamento per la creazione di nuove imprese, aperto anche ai laureati unibz. Tale programma sarà sostanziato da azioni di sostegno, nella forma di mentoraggio e borse di studio per aspiranti imprenditori, con il coinvolgimento di business angel e dello Start-up Incubator del NOI Techpark. Infine, il terzo e ultimo obiettivo sarà progettare e avviare iniziative a sostegno di un ecosistema imprenditore dedito all’innovazione. In particolare la Provincia promuoverà l’organizzazione di “Matching events”, eventi in cui imprenditori, innovatori e scienziati si incontrano per individuare nuove opportunità di creazione di valore, a partire da risorse e rispettive competenze specifiche.

“La motivazione che dà corpo all’accordo è sostenere lo sviluppo dell’imprenditorialità in Alto Adige, favorendovi lo sviluppo di capitale intellettuale e relazionale. Ciò dovrebbe portare a nuove opportunità di innovazione”, spiega il prof. Alessandro Narduzzo, “la macroarea di ricerca in Entrepreneurship and Innovation, di cui facciamo parte sia io che il prof. Lechner, avrà inoltre l’opportunità di progettare, studiare e analizzare l’impatto di azioni anche innovative in uno specifico contesto di applicazione”.

“La collaborazione con la Ripartizione permetterà a unibz di essere protagonista riconosciuta nella progettazione e analisi dell’impatto di azioni e politiche a sostegno della creazione di un ecosistema imprenditoriale”, afferma invece il rettore, prof. Paolo Lugli, “faremo tesoro dell’esperienza della ricerca scientifica maturata a livello internazionale dai nostri docenti e ricercatori”

“L’obiettivo della Ripartizione Innovazione, Ricerca e Università è sfruttare al meglio e ampliare continuamente le sinergie tra istituzioni come unibz e NOI Techpark, ma anche EURAC, Fraunhofer e altri istituti di ricerca”, conclude Vito Zingerle, direttore della Ripartizione, “In quest’ottica, il nuovo accordo formalizza l’intensa e già esistente collaborazione con unibz relativamente alla creazione d’impresa e alla capitalizzazione di giovani imprese innovative e le fornisce una base solida su cui prosperare”.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211