Torna «Indiependence Festival», la maratona musicale che dà voce ai giovani artisti

Vittoria Battaiola
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

La seconda edizione di “Indiependence Festival” – nato dall’idea di Jacopo Schiesaro, in arte “Fanchi”, e dalla collaborazione tra le associazioni BeYoung, MUA e l’Assessorato ai Giovani del Comune di Bolzano – si terrà sabato 30 aprile a partire dalle ore 15:00, sia in presenza a Castel Mareccio di Bolzano che online in streaming. L’evento – che nella prima edizione ha riscosso grande successo con oltre quattromila visualizzazioni su YouTube e centinaia di spettatori online – torna in città con lo scopo di permettere agli artisti più giovani di esibirsi e portare la propria musica inedita al pubblico. “Questa manifestazione vuole stimolare il talento dei giovani – dichiara l’Assessore competente Angelo Gennaccaro – sia per quanto riguarda l’aspetto artistico che quello organizzativo: il coinvolgimento dei giovani in questo progetto è a 360°, ed è importante sottolinearlo.”

Gli artisti partecipanti sono tutti musicisti bolzanini under 30 attivi sulla scena locale: si tratta per la maggior parte di artisti emergenti, mentre alcuni hanno avuto anche esperienze musicali a livello nazionale ed estero. “L’intento è quello di creare una scena musicale bolzanina, che è quello che un po’ manca, anche rispetto ad altre città universitarie” afferma Jacopo Schiesaro, membro degli Indiegesti e socio di BeYoung.“Credo che partecipare ad Indiependence sia una bellissima opportunità per noi giovani artisti di poterci esprimere dopo questo lungo periodo di lockdown e restrizioni – sottolinea Valentina, una delle musiciste che salirà sul palco il 30 aprile – si tratta di un’iniziativa importante, che permette ai partecipanti di esprimere la propria individualità al 100% attraverso brani originali”.

In questa seconda edizione saranno circa 20 le esibizioni che si susseguiranno nel corso dell’evento, alternate da domande indiscrete degli intervistatori ai musicisti tra un cambio palco e l’altro. “Il contributo del gruppo giovani Dante Alighieri, insieme a quello di tutti i nostri collaboratori, ha permesso l’organizzazione di alcune attività che si svolgeranno all’aperto in contemporanea alle esibizioni – spiega Aaron Darmian di BeYoung/Ascolto Giovani – la nostra, infatti, vuole essere una proposta di intrattenimento completa, e non soltanto una semplice manifestazione musicale. Per questo motivo, abbiamo richiesto anche la presenza di Rockin Beets, un servizio a domicilio di cibo vegano, un servizio bar all’interno con ristorante e SideWalk Bolzano, che si occuperà dell’Open Mic, uno spazio, tra le 17 e le 19, in cui chiunque avrà l’occasione di intervenire leggendo una poesia, recitando un brano o suonando uno strumento”. Tra le altre cose, emerge la volontà dell’organizzazione di operare in un ottica più “green”, limitando gli sprechi sia nel pubblicizzare l’evento che durante il giorno stesso.

Ecco la line-up completa: Nina Duschek, Nasia, Saad Cobolt, Chiara Veronese, Fanta, Dogs Barking in the Distance, Tommy Roses, Laura Stimpfl, Taro, Serafino, Isa, Belair, Valentina Furegato, Nick, Amelia Wattson, Suni, Meet Me in Montauk & Zelda, Alice Ravagnani, Maka e Saf, Marion Moroder.
Per accedere all’evento sarà necessario il Green Pass rafforzato

Ti potrebbe interessare