Menu

Incidenti, la geolocalizzazione è già realtà in Alto Adige

Pubblicato il 20 Agosto 2019 in Innovazione

 

Dopo la tragedia del turista francese morto in Cilento, su cui è stata aperta un’inchiesta per chiarire i presunti ritardi nei soccorsi, è di grande attualità il sistema di geolocalizzazione delle chiamate al Numero unico d’emergenza 112. In provincia di Bolzano tutto questo è già realtà ed un ulteriore aiuto è fornito dalla nuova applicazione per smartphone che permette di individuare la posizione della persona che chiama con una precisione di pochi metri.

“Il servizio è attivo da ormai un anno e mezzo e la tecnologia consente l’individuazione delle chiamate in tempo reale. Nel momento in cui il chiamante inoltra la chiamata al 112 trasmette in contemporanea alcuni dati utili all’identificazione, che avviene sul monitor dell’operatore che risponde”, spiega ad Ansa Paolo Berenzi, coordinatore del servizio aziendale di urgenza ed emergenza medica della Provincia di Bolzano. “Abbiamo anche una app che una volta installata su smartphone consente una localizzazione molto più precisa del chiamante”, spiega l’esperto.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211