Menu

LDV20, la nuova officina dell’innovazione: «Diamo spazio ai giovani»

Pubblicato il 25 Febbraio 2019 in Innovazione, Lavoro

 

Storie di giovani e innovazione. Il tutto in uno spazio dedicato sorto nel cuore della città di Bolzano. Si chiama LDV20 il nuovo laboratorio creato da Sparkasse-Cassa di Risparmio, nato con l’obiettivo di spingere giovani ragazzi, startup e innovatori a pensare fuori dagli schemi, osare, imboccare strade nuove e soprattutto realizzare le proprie idee. Motto e parola d’ordine di LDV20 è “Reverse Thinking” ossia “invertire” il nostro modo di pensare tradizionale, essere creativi per creare soluzioni sempre nuove. E lo si capisce già dalla grafica del nome, scritto appunto al contrario, e che ha colpito le moltissime persone accorse per la conferenza stampa di presentazione, avvenuta giovedì 21 febbraio scorso.

LDV20, i tre focus del progetto

All’interno del laboratorio verranno seguiti tre filoni principali e che sono stati spiegati al pubblico il giorno dell’inaugurazione: «Il primo punto su cui ci vogliamo focalizzare è quello riguardante i workshop che vogliamo organizzare in questo spazio. Vogliamo fa avvicinare i giovani a eventi formativi specifici, effettuando attività pensate appunto per i giovani, ma anche per gli imprenditori già affermati, per creare un rapporto bidirezionale tra il mondo esterno alla banca e il mondo interno. Questo rapporto con i giovani vuole infatti incrementare lo sviluppo innovativo della banca stessa» ha spiegato Pietro Trentini, uno dei tre ideatori, e membro del team, di questa officina dell’innovazione.

IMG_5314IMG_9911

Il secondo punto che verrà sviluppato in questo spazio invece, l’ha spiegato Benjamin Hirber: «Grande importanza la ricoprono anche le nuove modalità di creazione e ricerca di prodotti, servizi e nuovi trend. Crediamo che con l’avvento di internet e anche dei social, abbia portato nei giovani una ventata d’aria fresca, e di fatto anche i bisogni di quest’ultimi sono cambiati. Di fatto vogliamo aiutarli a sviluppare questi bisogni, strutturarli e analizzarli. Vogliamo far capire che qua i giovani possono esprimere le proprie novità innovative». E ai nuovi servizi si collega anche l’ultimo punto di forza del laboratorio, il networking e matching: «Vogliamo essere un punto di riferimento nell’ecosistema innovativo bolzanino. Le startup si possono mettere in contatto con noi, e per poter consolidare la loro posizione possiamo offrire servizi di consulenza» ha raccontato il terzo membro del team Sofia Khadiri.

Orgoglioso anche l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Spakasse, Nicola Calabrò: «La partenza di LDV20 rappresenta per noi un momento di particolare importanza. Il laboratorio potrà contribuire allo sviluppo futuro della nostra banca e saremo impegnati a cogliere tutti gli stimoli che verranno realizzati. a banca deve avere il coraggio di rivoluzionare il proprio approccio nei confronti dei giovani under 26. Saranno essi stessi a farci capire quali sono le nuove aspettative dei cosiddetti ‘millenials’».

LDV20

 

LDV20, lanciato il primo concorso

La prima iniziativa lanciata dal laboratorio si chiama S-Competition: «In collaborazione con l’Università di Bolzano e Trento abbiamo lanciato questo concorso rivolto agli studenti che avranno il compito di creare una nuova offerta innovativa e tecnologica per la banca. Le iscrizioni al contest scadranno i 10 marzo, e gli studenti si potranno riunire in gruppi da tre persone per portare al termine questa challenge, che vedrà in palio una borsa di studio dal valore di 2.000 euro e la possibilità di svolgere un tirocino» spiega Sofia Khadiri. Il concorso è pensato per cercare di contaminare al massimo l’ecosistema bancario di input e idee giovani, innovative e moderne.

Le banche tradizionali hanno ancora un futuro?

Al termine della conferenza stampa è seguito un talk riguardante il tema del futuro della banche tradizionali. A moderare l’incontro l’editorialista del Corriere della Sera, Enrico Franco, e tra gli ospiti cerano anche Andrea Battista, CEO di NetInsurance e Alberto Dalmasso, CEO e Founder di Satispay. Quest’ultima è una delle applicazioni più famose nell’ambito dei pagamenti via smartphone, e proprio Dalmasso ha spiegato come si sta evolvendo il mondo della finanza e dell’economia: «Noi abbiamo creato un’azienda partendo da zero, e ora contiamo circa mezzo milione di user della nostra app. Sostanzialmente convertiamo pagamenti contanti, soprattutto a basse cifre in pagamenti digitali. La banca al giorno d’oggi ha bisogno di venir influenzata dai giovani e deve stimolare a sua volta i ragazzi, creando ambienti come LDV20 fondamentali per rimanere al passo con i tempi e capire cosa chiede il mercato». Di fatto il motto rimane uno: credere e puntare nelle nuove generazioni. Il futuro è in mano a loro.

Alexander Ginestous

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211