Impulsi Vivi, le idee prendono forma: un mentor ad hoc per ogni progetto

Pubblicato il 7 Novembre 2019 in Culture

 

La formazione? Meglio farla individualizzata, tarata sulle esigenze di progetti eterogenei che prendono sempre più forma. Ed è così che la quarta edizione di Impulsi Viviil percorso dell’Ufficio Politiche Giovanili della Ripartizione Cultura Italiana della Provincia Autonoma di Bolzano realizzato da Irecoop Alto Adige – Südtirolpassa alla fase tailor made. E si allinea ancor meglio alle esigenze dei partecipanti. Così, dopo i primi quattro workshop, ecco il programma: un corso per tutti i partecipanti di public speaking, essenziale per saper comunicare i progetti, e poi ognuna delle idee sarà seguita da un mentor ad hoc. A metà dicembre saranno selezionati e presentati i progetti vincitori, che avranno poi ore un ulteriore calendario di mentoring individuale da gennaio a marzo 2020. 

 «Impulsi Vivi è un percorso che deve il suo successo alla formula consolidata, che affiniamo di anno in anno ponendoci dei nuovi obiettivi – spiega Giuliano Vettorato, assessore all’Istruzione e cultura italiana della Provincia Autonoma di Bolzano –. Il public speaking, ad esempio, rientra in questa dinamica di crescita rivolta ai giovani, trattandosi di una forma di comunicazione molto attuale e richiesta dalle aziende, fondamentale per presentare le idee in modo accattivante e apprendere come mantenere vivo l’interesse e l’attenzione del pubblico». 

 Dedicato agli under 40, Impulsi Vivi ha visto negli scorsi anni crescere e prendere forma decine di idee in ambito culturale. Progetti diventati realtà e che ora innervano (non solo) il territorio altoatesino. La quarta edizione è già partita con una novità: la voglia di allargare il proprio target, coinvolgendo anche professionisti impegnati nel campo del project management. Il tutto in stretta connessione con associazioni e realtà consolidate del territorio affinché diventino parte integrante del percorso di formazione e mentoring, mantenendo lo stesso obiettivo finale: fornire strumenti concreti e consulenza specialistica per sviluppare idee in ambito culturale e creativo. 

I NUMERI 

Trentaquattromila persone occupate, per un valore generato che supera i due miliardi di euro. Numeri, quelli riportati dall’analisi annuale di Fondazione Symbola, che fotografano un settore forte e in crescita: la cultura in Trentino-Alto Adige. Lo stereotipo che recitava «con la cultura non si mangia» sembra, per fortuna, essere superato e lontano.  

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211