Sostegno alle imprese, Kompatscher assicura: presto un nuovo bando

Pubblicato il 8 Novembre 2017 in Imprese

imprese  

Analisi dei risultati del bando per piccole imprese che effettuano investimenti e assicurazione di un nuovo bando, volontà della Giunta provinciale di proseguire con il sistema del fondo di rotazione: sono i punti principali approfonditi dal presidente Arno Kompatscher nell’incontro a Palazzo Widmann con i rappresentanti delle associazioni economiche. «Obiettivo del sistema di incentivazione dell’economia – ha ricordato Kompatscher – è sostenere le imprese nella loro crescita, indipendentemente dal comparto: un risultato raggiunto in primis grazie agli sgravi fiscali, confermati anche nel bilancio provinciale 2018».

Imprese, sostegno lungo tre pilastri

Il sostegno al settore, come noto, si sviluppa lungo tre pilastri e un sistema di incentivi basato su priorità e attuato in accordo con i rappresentanti del mondo economico: il primo è quello dei contributi concessi per investimenti immateriali (consulenza, aggiornamento, export), il secondo pilastro riguarda la concessione alle imprese di crediti agevolati con il fondo di rotazione, il terzo consiste nel bando che prevede sovvenzioni per le piccole imprese che investono in beni mobili. Finora la risposta delle aziende al nuovo sistema complessivo è molto positiva.

Imprese, il successo del bando

Al primo bando per gli incentivi agli investimenti, indetto a marzo, hanno partecipato 571 piccole imprese e 178 hanno beneficiato del sostegno in base alla graduatoria approvata, ha riferito la direttrice della Ripartizione provinciale economia Manuela Defant. Nell’incontro sono state elaborate proposte congiunte per rendere questa misura ancora più mirata a favore dei diversi comparti. La filosofia di fondo della misura resterà immutata: incentivare direttamente le aziende tenendo in particolare considerazione il risvolto dell’economia pubblica, che si concretizza ad esempio nel sostegno a quelle che utilizzano immobili rimasti vuoti. Il fondo di rotazione, altro pilastro del sistema, ha registrato un’inaspettata alta domanda, considerando anche la congiuntura attuale. Lo strumento del fondo va ad esaurirsi nel 2017, ma il presidente Kompatscher ha assicurato che la misura sarà prorogata, con un aggiornamento dei criteri e l’obiettivo di garantire alle imprese un accesso rapido al contributo.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211