Menu

Le imprese altoatesine battono cassa: «Con Benko preziose opportunità»

Pubblicato il 7 aprile 2016 in Imprese, Territorio

progetto Benko  

I cittadini hanno votato: il progetto Benko si farà. E le imprese di Bolzano battono cassa: visto che si aprono ora nuove importanti prospettive per le piccole e medie imprese altoatesine. Il presidente lvh.apa Gert Lanz è fiducioso: «L’attuazione di questo progetto può assicurare alle imprese locali numerosi incarichi preziosi, rafforzando ulteriormente la crescita ormai avviata». E il presidente della sezione di mestiere dell’edilizia Markus Bernard aggiunge: «Bisogna dare un ruolo attivo alle imprese».

Imprese altoatesineDopo una settimana di consultazione popolare per dare via libera al progetto di riqualificazione urbanistica, il risultato è stato un netto sì: il 64 per cento dei partecipanti alla consultazione popolare ha votato sì. «Questa decisione racchiude un grande potenziale per le nostre imprese altoatesine – afferma sicuro Gert Lanz (nella foto di fianco), presidente di Confartigianato Imprese della Provincia di Bolzano. – Adesso si tratta di portare avanti i relativi progetti e di concretizzarli: così le imprese locali potranno trarre beneficio da questo progetto e portare avanti la crescita economica che ha già preso l’avvio negli ultimi mesi».

È il momento di offrire gli incentivi necessari a sostenere le imprese locali nei vari settori delle attività edilizie principali e secondarie. Anche il capoluogo della provincia trae vantaggio dall’esito del referendum sul centro commerciale: «Finalmente ci sono opportunità per imprimere nuovo slancio e valorizzare la città di Bolzano e il territorio», sottolinea Lanz.

Per le imprese altoatesine  «possibilità da non sottovalutare»

Markus Bernard, presidente della sezione di mestiere dell’edilizia, è ottimista sul futuro dell’Alto Adige: «Non dobbiamo lasciarci scoraggiare dalle dimensioni; il progetto Benko offre soprattutto alle nostre piccole e medie imprese possibilità che non vanno sottovalutate». La fase decisiva è proprio la prossima: «L’elaborazione e gli appalti devono essere concepiti in modo che nei prossimi anni le imprese e gli artigiani altoatesini ne traggano concreti vantaggi e svolgano veramente un ruolo attivo».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211