Giunta Kompatscher: a Tommasini il patrimonio, a Mussner le infrastrutture

Pubblicato il 3 Marzo 2016 in Infrastrutture, Territorio

Christian Tommasini  

Cambio di competenze nella giunta provinciale di Bolzano. Ieri il Consiglio provinciale ha dato il via libera (15 sì, 12 no, 1 astensione) allo scambio di competenze fra gli assessori Florian Mussner, che “acquista” la delega alle infrastrutture, e Christian Tommasini, che diventa titolare del patrimonio. Fulcro dell’operazione è l’accentramento sotto un unico titolare – Tommasini – dei settori edilizia abitativa, lavori pubblici e patrimonio. Così, spiega Tommasin, «possiamo riuscire a creare e sviluppare una sinergia utile non solo alla pubblica amministrazione, ma anche ai cittadini e al mondo economico altoatesino».

Infrastrutture e servizio strade uniti

Dall’altro lato Mussner metterà insieme nel suo ufficio le infrastrutture e settori affini come manutenzione opere edili, mobilità e servizio strade. «Ritengo fondamentale – dice Mussner – l’essere riusciti a mettere sotto lo stesso tetto le infrastrutture e il Servizio strade: in questo modo, infatti, possiamo gestire in maniera molto più efficiente la pianificazione, la progettazione e l’esecuzione degli interventi lungo la rete viaria di competenza della Provincia di Bolzano».

Ospedale: maxi cantiere in arrivo

Un altro tassello nella riorganizzazione del settore edilizio è l’arrivo, il 9 marzo, del nuovo direttore generale dell’Ipes, l’istituto per l’edilizia sociale della provincia autonoma di Bolzano: entrerà in carica Willi Palfrader. La scelta di redistribuire le cariche è strategica anche in vista del cantiere dell’ospedale di Bolzano (nel capoluogo si concentra due terzi del patrimonio della Provincia) dove è prevista una spesa di 630 milioni in dieci anni. Apprezzano gli artigiani di Cna-Shv: «Strategico l’intervento della Provincia sul patrimonio edilizio – dice il presidente Claudio Corrarati – attraverso una programmazione adeguata che, con risanamenti e riqualificazioni, porti non soltanto occasioni di lavoro per le Pmi locali, ma anche reali possibilità di risparmio energetico per la pubblica amministrazione e i cittadini».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211