Funivia del Colle, il Comune cambia lo statuto per non venderla

Pubblicato il 12 Dicembre 2017 in Imprese

 

Il Comune non venderà la funivia del Colle, come sembrava costretto a fare la scorsa estate. Per detenere la proprietà della più antica funivia altoatesina lunedì la giunta ha approvato il nuovo testo dello statuto della società «Funivia del Colle» di cui il Comune di Bolzano detiene l’intera proprietà. La delibera passerà ora al vaglio del Consiglio comunale, così come la revisione straordinaria delle società partecipate del Comune. In base alla normativa vigente, le amministrazioni pubbliche non possono costituire società aventi per oggetto attività di produzione di beni o di servizi non strettamente necessarie per il perseguimento delle proprietà finalità istituzionali: con il cambiamento dello statuto la società dovrebbe invece rientrare in questa categoria. La decisione della giunta non riguarda solo la funivia del Colle: il Comune ha deciso di mantenere le partecipazioni di Alperia, Banca Popolare Etica , Alto Adige Riscossioni, Autostrada del Brennero, Consorzio dei Comuni, Eco-Center, Fiera Bolzano, Funivia del Colle, Sasa, Seab e Unifarm in quanto produttrici di beni e servizi d’interesse generale strettamente necessarie al perseguimento dei fini istituzionali dell’ente.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211