Menu

Manutenzione predittiva, risanamento e tanto hi-tech fra i progetti Fraunhofer

Pubblicato il 29 gennaio 2018 in Innovazione

Fraunhofer Italia  

Fraunhofer Italia entra nel vivo di 5 progetti finanziati dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale tra soluzioni integrate di Industria 4.0, manutenzione predittiva e nuovi modelli di risanamento degli edifici. Il 2018 si prospetta un anno pieno di nuove opportunità per le PMI locali di beneficiare dei progetti di ricerca applicata che Fraunhofer Italia sta attualmente sviluppando.

Durante un workshop nell’ambito della fiera Klimahouse 2018 è stato presentato il progetto I4.0 Roadmap, il quale si pone l’obiettivo di elaborare un piano d’azione per le PMI locali per l’adozione di soluzioni integrate di Industria 4.0 nelle proprie strategie aziendali. I partecipanti hanno avuto la possibilità di derivare elementi utili per riflettere sul proprio portfolio tecnologico, sulla base delle opportunità offerte dai nuovi trend tecnologici in corso, nonché dalle sfide che le aziende devono affrontare per adattare i propri processi, la propria forza lavoro e modelli di business nell’ottica dell’industria 4.0. In questo cambiamento di paradigma verso una Fabbrica Intelligente Fraunhofer Italia punta nel 2018 su altri due aspetti che aiuteranno le PMI locali ad abbattere i propri costi di produzione: la manutenzione predittiva e sistemi di produzione cyber-fisici.

Il progetto PreMain mira a dimostrare alle aziende i notevoli benefici che derivano dalla manutenzione predittiva. Il concetto di base è “intervenire sulla macchina prima che avvengano malfunzionamenti o guasti” e ciò si traduce in: riduzione dei tempi di inattività della produzione, diminuzione dei costi, minimizzare gli incidenti, maggiore sicurezza, maggiore efficienza energetica, nonché aumento della vita utile delle macchine. Il progetto DeConPro darà la possibilità alle aziende locali di testare sistemi di produzione cyber-fisici. Un esempio sarà la simulazione d’utilizzo nella propria linea di produzione di robot collaborativi e portapezzi intelligenti, valutandone le possibili integrazioni con il lavoro degli operatori. Oltre all’ottimizzazione dei processi in fabbrica, Fraunhofer Italia continua a fare leva sulla digitalizzazione dei processi nel settore delle costruzioni.

Grazie al progetto “COCkPiT” – Collaborative Construction Process ManagemenT – in collaborazione con l’Università di Bolzano, le aziende di settore potranno usufruire di metodi innovativi e strumenti informatici adeguati per sostenere una gestione collaborativa dei processi nell’esecuzione dei lavori di costruzione. Infine, sempre nel settore dell’edilizia, il progetto KlimaKit mira a definire un nuovo modello per il settore dei risanamenti, che incentivi la diffusione di interventi di efficienza energetica in Alto Adige, stimoli l’utente finale al risparmio energetico nonché all’utilizzo efficace delle soluzioni applicate al proprio edificio. Nella fase attuale Fraunhofer Italia sta definendo quale sia la forma di cooperazione più adatta a questo scopo tra istituti per l’edilizia sociale e aziende fornitrici di energia. In seguito il progetto svilupperà soluzioni integrate (inclusive di diversi prodotti e servizi) in grado di favorire la crescita del numero di interventi di risanamento a livello locale.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211