Menu

Occupazione e crescita: Giudiceandrea incontra il ministro Fraccaro

Pubblicato il 23 Luglio 2019 in Imprese

 

«Il dialogo tra politica e parti sociali è fondamentale. Abbiamo un obiettivo comune che è quello di rilanciare la crescita e l’occupazione: in vista delle grandi sfide da affrontare è importante confrontarsi sulle diverse proposte, valutarle e poi decidere quali sono quelle di maggiore interesse per il Paese». Così il Presidente di Assoimprenditori Alto Adige, Federico Giudiceandrea, ha aperto l’incontro, svoltosi presso la sede di Assoimprenditori a Bolzano, con il Ministro per i Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro, accompagnato dal consigliere provinciale del Movimento 5 Stelle, Diego Nicolini. «A livello nazionale la priorità è sicuramente il lavoro, in particolare per i giovani: riduzione del cuneo fiscale, formazione di alta qualità e rilancio delle infrastrutture sono decisivi», ha spiegato Giudiceandrea in riferimento alla manovra economica attualmente in discussione.

Il Presidente di Assoimprenditori ha rimarcato il ruolo dell’Alto Adige come laboratorio d’eccellenza e come piattaforma di incontro: «Il benessere del nostro territorio si basa su un’industria intelligente e sostenibile, su un sistema educativo e di formazione che ha nel dialogo scuola-impresa il suo punto di forza e sul ruolo di ponte tra le due nazioni manifatturiere più importanti d’Europa, l’Italia e la Germania». Per poter continuare a mantenere questo ruolo di connessione tra il Nord e il Sud dell’Europa, sono indispensabili reti di collegamento efficienti, in particolare lungo la linea del Brennero. I divieti unilaterali al trasporto merci imposti dal Tirolo sono un freno in questo senso, ha ricordato il Presidente di Assoimprenditori.

Nell’incontro con il Ministro Fraccaro sono stati affrontati anche alcuni punti di interesse per le imprese locali come le misure contenute nel Decreto Crescita (in particolare l’ecobonus per i risanamenti energetici che nell’attuale formulazione rischia di mettere in grave difficoltà le imprese del settore), quelle del Decreto “Sblocca Cantieri” riguardanti soprattutto le semplificazioni degli appalti e il mantenimento degli incentivi del Piano Industria 4.0 a favore della digitalizzazione. «Si è trattato di un incontro molto positivo: il confronto è stato aperto e costruttivo e siamo riusciti a definire obiettivi comuni e a gettare le basi per una buona collaborazione futura», chiude Giudiceandrea.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211