Formazione, più assunzioni a tempo indeterminato. Ecco le nuove regole

Pubblicato il 20 Febbraio 2018 in Lavoro

 

Nel corso della sua recente seduta la Giunta provinciale ha approvato una delibera che prevede diverse misure per il potenziamento delle assunzioni a tempo indeterminato del personale insegnante provinciale. «Lo scopo principale è quello di stabilizzare i contratti di lavoro precari nel settore della formazione allo scopo di dare al personale maggiore sicurezza e prospettive lavorative nel lungo periodo», sottolinea l’assessora provinciale, Waltraud Deeg.

Tra le misure approvate dall’esecutivo vi è l’accesso alla procedura di valutazione anche per chi ha un incarico del 30% di un incarico a tempo pieno, l’assegnazione mediante scelta del posto di incarichi anche sotto il 30%, l’abolizione di requisiti di accesso ristretti in sede di bando di posti e un’apertura dei requisiti di accesso specifici. Inoltre è stata discussa la necessità delle direzioni musicali di una certa flessibilità nella formazione dei posti per supplenze, per evitare un numero eccessivo di incarichi di poche ore e dunque di spese di trasferta. Ciò ha portato alla formulazione secondo cui, esclusivamente per le scuole di musica, tutti i posti disponibili devono essere inseriti nell’elenco per la scelta dei posti, ad esclusione delle supplenze con un orario di lavoro inferiore al 30%.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211