Food science, Unibz lancia un corso di laurea alleandosi con Parma, Udine, Monaco e Cork

Pubblicato il 24 Aprile 2018 in Imprese, Innovazione

 

Unibz punta sul Food. E lo fa con un nuovo corso di laurea, altamente innovativo, realizzato in stretta collaborazione con le aziende e con quattro università, due italiane – Parma e Udine – e due straniere – Monaco e Cork. La nuova laurea magistrale in Food Science for Innovation and Authenticity è il percorso specialistico che vuole rispondere alle esigenze di alta formazione nel campo delle Scienze degli Alimenti. Diretta dal professor Marco Gobbetti, microbiologo degli alimenti di fama internazionale, è sostenuta da Assoimprenditori e Südtiroler Bauernbund. La presentazione, caso più unico che raro, proprio in casa di Assoimprenditori, per rimarcare lo stretto legame con il mondo dell’industria alimentare.Pressekonferenz_Conferenza stampa_Food Sciences for Innovation and Authenticity

«Questo corso di laurea biennale dedicato ai temi dell’Innovazione e dell’Autenticità – spiega il professor Gobbetti – si caratterizza per internazionalizzazione e cooperazione con le industrie. Dopo il primo anno, gli studenti potranno scegliere cinque distinti profili di specializzazione: Ingegneria applicata e genetica; Qualità e gestione degli alimenti; Scienze degli alimenti; Chimica degli alimenti; Packaging (confezionamento) per alimenti. I nostri studenti riceveranno il proprio titolo dalle Università di Bolzano, Udine e Parma e potranno frequentare un semestre nelle Università di Monaco e Cork. L’ultimo semestre vede poi per tutti gli studenti l’obbligo di svolgere la propria tesi sperimentale in un’azienda partner». Si parla di imprese e brand globali come Barilla, Parmigiano reggiano, Loacker, Grana Padano, Gorgonzola e molte altre. La partnership con AssoImprenditori Alto Adige – sezione Alimentari – e Südtiroler Bauernbund e il supporto delle altre aziende alimentari permetterà agli studenti di sviluppare la tesi di ricerca con un tutorato congiunto da parte sia dell’università che dell’industria alimentare.

 

«Per noi è importante poter presentare un’iniziativa del genere nella sede di Assoimprenditori – ha detto il professor Paolo Lugli, rettore della Libera Università di Bolzano –  stiamo cercando di rafforzare il link con il territorio su tematiche di grande importanza per il territorio: ingegneria del legno, master tra design e nuove tecnologie, informatica e data science. Tematiche che ci posizionano al centro del sistema produttivo sudtirolese con link fortissimi verso Sud e verso Nord».

Uno sforzo ampiamente riconosciuto dagli imprenditori altoatesini. «Da qualche anno c’è un nuovo clima con l’Università – dice il presidente di Assoimprenditori Federico Giudiceandrea – Non solo sul food ma anche su temi come l’automazione». Bisogna far presto però.  «Noi abbiamo bisogno di personale qualificato: la sua mancanza è la più grande limitazione al nostro sviluppo. Il problema è forte oggi ma è ancora più pressante per il futuro: una delle strade per risolvere questo problema è quella di portare i nostri giovani a diventare esperti in settori importanti per la nostra economia come quello delle tecnologie alimentari».

Thomas Brandstätter_Ulrich Höllrigl_Paolo Lugli_Sara Rainieri_Federico Giudiceandrea_Marco Gobbetti_Monica Anese

Infine, Ulrich Höllrigl, vicedirettore del Südtiroler Bauernbund, uno dei principali stakeholder del nuovo corso di studi, ha accennato alle motivazioni che hanno influito sul sostegno da parte del Bauernbung. «Siamo estremamente soddisfatti. Per anni ci siamo spesi affinché si sviluppasse una ricerca locale sulle scienze alimentari. Molti studi confermano il massiccio trend verso la regionalità e la trasformazione di prodotti agricoli altoatesini in alimenti di qualità rappresenta certamente una grande opportunità. L’agricoltura della nostra provincia, con le sue piccole e medie imprese e le sue cooperative, è in grado di offrire un alto grado di autenticità, a partire dall’origine e dalla qualità. Per lo sviluppo dei prodotti abbiamo però bisogno di specialisti altamente qualificati, i futuri laureati del Master».

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211