Ferrovia della Val Venosta, in arrivo l’elettrificazione

Pubblicato il 21 Aprile 2016 in Infrastrutture, Turismo

Ferrovia Val Venosta  

Ferrovia della Val Venosta, siglato l’accordo per il rilancio fra Sta – Strutture Trasporto Alto Adige spa – e Rfi – Rete ferroviaria italiana. Si prevede l’elettrificazione, nuovi sistemi di controllo e di comunicazione per il tratto compreso fra Merano e Malles. L’accordo è stato firmato nei giorni scorsi dal presidente di Sta Martin Ausserdorfer e dall’amministratore delegato di Rfi Maurizio Gentile. Il progetto di sviluppo della Ferrovia della Val Venosta passa principalmente per l’elettrificazione, prevede che il tratto compreso fra Merano e Malles venga dotato di una serie di attrezzature tecniche adeguate.

«Si tratta di un fondamentale passo in avanti – dice l’assessore alla mobilità Florian Mussner – verso una linea ferroviaria della Val Venosta sempre più moderna ed efficiente, in linea con gli standard di qualità europei e pronta ad affrontare le sfide del futuro». Rfi fornirà il supporto tecnico e logistico per la progettazione e l’installazione dei sistemi di controllo del trafficoEuropean Rail Traffic Management System/European Train Control System (ERTMS/ETCS, livello 2 High Density) e e di comunicazione telefonica GSM-Railways.

Ferrovia della Val Venosta: fino a 160 km all’ora

Il nuovo sistema ERTMS/ETCS consentirà di rendere più fluida la circolazione ferroviaria con velocità massime fino a 160 chilometri all’ora, di aumentare in sicurezza la capacità di traffico e di migliorare gli standard di regolarità e puntualità. GSM-Railway, che RFI utilizza dal 2004, consente invece di rendere particolarmente veloci e affidabili sia le comunicazioni voce e dati, sia lo scambio di informazioni tra i più avanzati sistemi tecnologici di segnalamento e controllo della circolazione.

Rfi supporterà Sta nella fase progettuale che porterà all’elettrificazione della linea ferroviaria della Val Venosta. «Questa collaborazione – conclude Ausserdofer – conferma una volta di più i buoni rapporti fra Bolzano e Roma per quanto riguarda il trasporto su rotaia. Ora si tratta solo di definire gli ultimi dettagli per quanto riguarda l’assistenza e la manutenzione degli impianti».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211