Escher e gli altri: la tassellatura in mostra a Bressanone

Pubblicato il 23 Gennaio 2017 in Culture

 

Molti conoscono i lavori dell’artista olandese Maurits Cornelis Escher dedicati alla tassellatura del piano. L’immagine di un insetto (o un cavaliere, un uccello, un cane …) si ripete riempiendo il piano senza lasciare spazi vuoti. C’è da meravigliarsi di fronte a tanta abilità. A osservare bene poi si scopre molto altro. Questi tasselli sono inscritti in reticoli formati da poligoni regolari (triangoli, quadrati, esagoni) o da combinazioni di questi.

Escher è il più conosciuto, ma non l’unico artista figurativo che si è “misurato” con le “isometrie periodiche del piano”, per dirla in termini scientifici. Prima di lui lo ha fatto Koloman Moser, esponente del liberty viennese; dopo di lui una schiera di artisti contemporanei quali Andrew Crompton, David Hop, Hans Kuiper, Francine Campagne, Alain Nicolas, Robert Fathauer, Sam Brade.

La mostra “Filling the void – MC Escher and beyond” alla galleria civica, StadtGalerie, di Bressanone propone una rassegna dei lavori grafici di questi artisti: in tutto 26 opere, per la maggior parte stampe. Ad ognuna di esse è abbinata una scheda grafica che ne evidenzia e illustra le caratteristiche. Tra le opere esposte ci sono otto tassellature di MC Escher e alcune tassellature aperiodiche di Richard Hassell.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211