Energia e innovazione, 450 studenti a lezione di futuro

Pubblicato il 31 Luglio 2018 in Culture, Territorio

energia  

Sono più di 450 le ragazze e i ragazzi che hanno preso parte a enertour 4 schools, le visite guidate su energia ed efficienza energetica per gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado dell’Alto Adige. I tour per avvicinare i ragazzi al mondo delle tecnologie green, organizzati da Idm Alto Adige e dalla Fondazione Cassa di Risparmio e arrivati alla quarta edizione, hanno cambiato formula: sono stati proposti due pacchetti incentrati rispettivamente su innovazione ed energia. Non si sono fatte intimorire dal rumore delle turbine le sei classi che hanno aderito ai tour «energia»: accompagnate da esperti hanno appreso come si produce energia da fonti sostenibili visitando la centrale idroelettrica di Eisackwerk a Rio Pusteria e l’impianto di teleriscaldamento a biomassa di Varna gestito da Asm Bressanone, per la prima volta mete dell’iniziativa. La silenziosità dei bus a idrogeno ha, invece, accompagnato le tredici classi che hanno aderito ai tour «innovazione». Meta delle visite sono state due strutture bolzanine che contribuiscono a innovare il settore energetico: il centro per l’idrogeno H2 Alto Adige e il Noi Techpark.

Energia e innovazione

Entrambi i tipi di tour sono stati accomunati dallo stesso scopo: avvicinare le nuove generazioni alle tecnologie innovative e sostenibili nel settore energetico. «Portiamo avanti enertour 4 schools assieme a Idm Alto Adige perché troviamo molto importante sostenere un’iniziativa dedicata agli studenti, che saranno i decisori di domani, in un settore, quello delle energie rinnovabili, che promoviamo da anni», osserva Konrad Bergmeister, presidente della Fondazione. Ogni tour è stato introdotto da una panoramica sul sistema energetico altoatesino. In questo modo, oltre a osservare gli aspetti pratici e tecnici dei processi, i ragazzi hanno conosciuto meglio il contesto in cui operano le strutture visitate. «Le energie rinnovabili sono un ambito d’eccellenza dell’Alto Adige. Perché le nostre competenze possano essere all’avanguardia anche in futuro, è fondamentale informare i ragazzi e avvicinarli a un possibile settore di studio e impiego», sottolinea Stefano Dal Savio, coordinatore dell’Ecosystem Energy & Environment di Idm.

Nuovi tour in autunno

Sono dello stesso avviso anche gli insegnanti che hanno preso parte con le loro classi ai diciannove tour che si sono svolti nell’anno scolastico 2017/18. «Le iniziative proposte da enertour 4 schools hanno il grande merito di far conoscere agli alunni delle scuole le ricchezze tecnologiche e professionali presenti in Alto Adige; inoltre tali iniziative permettono ai ragazzi di instaurare un primo contatto con quello che potrebbe essere la loro scelta di vita professionale o il loro futuro posto di lavoro», osserva Alessandro Lombino, insegnante all‘Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Galileo Galilei di Bolzano. I ragazzi delle scuole medie e superiori potranno sfruttare anche la prossima edizione dei tour, al via in autunno, per acquisire nuove informazioni sul mondo delle tecnologie green.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211