EcoDolomites, l’8 settembre veicoli elettrici in gara sui tornanti

Pubblicato il 30 Agosto 2018 in Agenda, Territorio

 

L‘8 settembre sulle strade dolomitiche «sfrecceranno» i tanti veicoli elettrici che si sono iscritti alla nona edizione della ECO Dolomites. Se si vuole partecipare a questa Trophy CAP basta andare sul sito www.ecomove.cc, accedere alla pagina iscrizioni, compilare il modulo e qualora non lo si fosse ancora, associarsi con un contributo annuale di €20 all’associazione organizzativa ECOmove. Il weekend verde all’insegna della mobilità alternativa e silenziosa inizia già venerdì 7.9. alle ore 19 a Brunico, dove gli organizzatori hanno allestito l‘ECOsummit Mountain Move, un convegno dedicato alla mobilità elettrica.

«Sono felice di partecipare a nome della mia associazione, Legambiente, a ECOdolomites 2018, e conoscere ancor meglio una comunità e un territorio che hanno capito che con la mobilità sostenibile si vive meglio e si attrae un turismo di qualità», dichiara Andrea Poggio, responsabile mobilità sostenibile e stili di vita presso la segreteria nazionale Legambiente che per l’occasione presenterà il libro da lui curato Green Mobility. Come cambiare la città e la vita. A presiedere la tavola rotonda a Brunico ci sarà anche Gianfranco Pizzuto in veste di “EV Brand Ambassador” di Jaguar Land Rover Italia. La mattina seguente dopo gli ultimi accrediti e sistemazioni dei veicoli sulla linea di partenza alle ore 9 inizia ufficialmente la nona Trophy CAP ECO Dolomites. Grazie a questa “corsa verde” i partecipanti potranno immergersi nel cuore del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e sottoporre i propri mezzi elettrici a quattro, tre e due ruote ad un test. Infatti, la sfida consiste nell’utilizzare la minor quantità di energia possibile per percorrere i ca. 100 km nei 3.000 m di dislivello. Il percorso parte da Brunico verso San Vigilio passando per il Passo Furcia, prevede una sosta per il pranzo a Corvara per poi proseguire per Campolongo, Passo Pordoi e Passo Sella ed arrivare a Ortisei in Val Gardena.

Grazie a queste iniziative si vuole dimostrare che se c’è la volontà è possibile ridurre l’inquinamento, non solo atmosferico ma anche acustico sulle strade che attraversano le Dolomiti e in particolare i passi. «Grazie a questa gara per un giorno porterà le Dolomiti, e l’Alto Adige, nel futuro. Perché non ci sono dubbi che il futuro della mobilità è elettrico e sostenibile e che il nostro Paese ha competenze e tecnologie per effettuare una conversione ecologica della mobilità, ponendosi obiettivi importanti al 2025», sostengono gli organizzatori Maximilian Costa, Janpaul Clara di Electro Clara e il presidente dell’associazione Daniel Campisi di LETSMOVE. L’associazione altoatesina per la salvaguardia dell’ambiente ECOmove rinnova con l’organizzazione di questo evento il proprio ruolo di promotrice di una mobilità sostenibile, rispettando il territorio e la natura. ECOmove in collaborazione con la città di Brunico, Plan de Corones, Val Gardena e Alta Badia continuano il lavoro di sensibilizzazione a favore dell’ambiente, promuovendo l’utilizzo di veicoli elettrici. «Amiamo profondamente la nostra terra e crediamo che il Sudtirolo possa diventare un esempio come regione più attenta a turismo e mobilità sostenibili», dichiara Daniel Campisi. «Siamo sempre più numerosi a credere in un Alto Adige sostenibile da lasciare in eredità alle future generazioni», prosegue il presidente di ECOmove. «Molte le aziende che contribuiscono alla missione dell’associazione e che assistono le varie iniziative alle quali va il nostro sentito ringraziamento».

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211