Menu

Ecco le aziende dove si lavora meglio in Alto Adige

Pubblicato il 23 febbraio 2018 in Imprese

Foto4_Dibattito_La lotta per i talenti  

Sono stati finalmente resi noti i nomi dei datori di lavoro più apprezzati dell’Alto Adige: il 22 febbraio, presso il NOI Techpark a Bolzano sud, è stato assegnato il «Top Company Award 2018».  Ecco i vincitori: l’agenzia “Ivoclar Vivadent” con sede a Naturno si è classificata al primo posto della categoria Large Enterprises (più di 50 dipendenti),  lo studio “Graber & Partner” con sede a Brunico si è aggiudicato la vittoria nella categoria Medium Enterprises (20-50 dipendenti),   l’agenzia “GWB Cooperativa. Laboratori. Assistenza” di Bolzano ha trionfato nella categoria Small Enterprises (10-20 dipendenti).

I vincitori sono stati premiati, tra gli applausi di collaboratori e rappresentati del mondo della politica e dell’economia, dall’assessora provinciale Martha Stocker e da Alfred Aberer, segretario generale della Camera di Commercio di Bolzano.  Un nuovo formato per una nuova idea: per la prima volta, oltre ai datori di lavoro più popolari, il “Top Company Award Alto Adige” ha premiato anche i migliori candidati. Sette studenti della Libera Università di Bolzano sono riusciti a conquistare la finale del TCA Challenge e, ieri sera, si sono confrontati con le domande della giuria di esperti.Il migliori candidati della provincia, in base al giudizio della giuria, sono:

1. Anna Rainer, 21, di Lana, studio: Tourism, Sport and Event Management

2. Marta Geccherle, 21, di Verona, studio: Economics and Social Sciences.

3. Maria Nairz, 24, di Vallarga, studio: Tourism, Sport and Event Management

4. Giulia Mezzanotte, 19, di Bolzano, studio: Politics, Philosophy and Economics

5. Martin Pasko, 22, di Roma, studio: Industrial Mechanical Engineering

6. Areeg Samir El Gazazz, 32, dall’Egitto, studio: Computer Science

7. Sandra Heckler, 26, di Monaco di Baviera, studio: Economics and Management

I vincitori si sono aggiudicati la possibilità di partecipare a un tirocinio in un’azienda leader altoatesina.

Non solo le aziende più grandi, ma anche le piccole e medie imprese lamentano sempre più spesso la carenza di manodopera qualificata. «Solo le realtà che garantiscono un buon ambiente e opportunità permanenti di formazione e aggiornamento professionale possono battere la concorrenza nella lotta per accaparrarsi talenti», ha affermato con convinzione l’assessora provinciale al lavoro Martha Stocker nel corso del dibattito che è seguito, dal titolo “La lotta per i talenti”. A questo proposito, Alfred Aberer ha ricordato un recente studio dell’IRE, nel quale si afferma che, in futuro, il mercato del lavoro altoatesino sarà caratterizzato da una crescente specializzazione dei profili professionali. «È importante continuare a valorizzare il sistema formativo duale, ottimizzando l’orientamento professionale dei giovani», ha aggiunto Aberer. Barbara Jäger, socia gerente di Business Pool, ha ricordato che, a tale scopo, sarà essenziale costruirsi un’immagine di datore di lavoro attraente. «Solo così – ha affermato – è possibile richiamare l’attenzione dei potenziali candidati sulla propria azienda».

Business Pool, azienda esperta nello sviluppo organizzativo e del personale, ha ideato sette anni fa questo riconoscimento, conferito anche quest’anno in collaborazione con la Camera di Commercio di Bolzano, la Ripartizione Lavoro della Provincia Autonoma di Bolzano e l’Istituto APL. Le imprese sono state giudicate dalla più severa delle giurie, i propri dipendenti, ai quali è stata concessa la possibilità di valutare, in completo anonimato, la cultura aziendale sul posto di lavoro, esprimendo critiche o lodi e proponendo suggerimenti per eventuali miglioramenti. Top Company Award Tirolo. L’8 marzo 2018, a Innsbruck, Business Pool eleggerà per la terza volta i datori di lavoro più amati del Tirolo del Nord.

I vincitori in dettaglio

CATEGORIA SMALL ENTERPRISES (10-20 DIPENDENTI)

1° posto: GWB Cooperativa. Laboratori. Assistenza Sede: Bolzano
Dipendenti: 11
Settore: laboratorio protetto

La cooperativa GWB prepara le persone con disabilità motorie o mentali alla
quotidianità lavorativa, sostenendole nel processo di reinserimento.
Attualmente, circa 75 persone trovano impiego in un contesto tutelato. Il primo laboratorio è stato inaugurato nel 1983 a Bolzano, cui è seguita, cinque anni più tardi, l’apertura di una seconda filiale a Merano. Qui, vengono realizzate produzioni in serie o su commissione per 70 rinomate aziende altoatesine, tra cui spiccano i manufatti in legno destinati per lo più alle cantine altoatesine. Direttrice: Sara Rabensteiner.

2° posto: Jack Wolfskin – Store Brennero
Sede: Brennero
Dipendenti: 10
Settore: abbigliamento, scarpe, attrezzatura outdoor
Jack Wolfskin, una delle maggiori aziende tedesche di attrezzatura outdoor, dispone dal 2014 di un proprio store presso l’Outlet Center Brennero. Su una superficie di vendita di 260 metri quadrati, i clienti possono trovare tutto l’occorrente per le loro attività all’aria aperta, dall’intimo funzionale alle scarpe da montagna, fino alle giacche sportive e agli zaini, con sconti che mediamente oscillano tra il 30 e il 50 percento. La filosofia che sta dietro a questo marchio? Massima attenzione alla consulenza con prezzi da outlet. I dieci collaboratori assistono, infatti, i clienti con estrema professionalità e competenza, come in ogni negozio specializzato.

Store manager: Dennis Moser.

3° posto: Jack Wolfskin – Store Merano
Sede: Merano
Dipendenti: 12
Settore: abbigliamento, scarpe, attrezzatura outdoor
L’azienda, con sede a Idstein nel Taunus, è stata fondata nel 1981 e annovera oltre 600 punti vendita in tutto il mondo. In Italia, Jack Wolfskin è presente dal 2009 con cinque punti vendita: due sono in franchising, mentre quelli di Bolzano, Merano e Brennero sono veri e propri Jack Wolfskin store. Quello di Merano è accolto sotto i Portici e offre tutto il necessario per praticare attività all’aria aperta, dall’abbigliamento all’attrezzatura fino all’equipaggiamento da viaggio.

Store manager: Michael Pichler

CATEGORIA MEDIUM ENTERPRISES (20-50 DIPENDENTI)

1° posto: Graber & Partner S.r.l.
Sede: Brunico
Dipendenti: 37
Settore: commercialisti e consulenti fiscali
Affidabilità, fiducia e discrezione sono i punti di forza di Graber & Partner, commercialisti, consulenti fiscali e del lavoro, che vantano oltre 25 anni di esperienza nel settore. La società fornisce consulenza e supporto alle aziende nei seguenti ambiti: fondazione d’impresa, contabilità, paghe, contrattualistica e questioni fiscali. Il servizio non è offerto solo alle imprese altoatesine, ma è esteso anche a quelle straniere che hanno intenzione d’insediarsi in Italia.

Amministratore delegato: Hermann Graber.

2° posto: Volta S.p.A.
Sede: Bolzano
Dipendenti: 35
Settore: azienda di servizi
Volta è una delle più rinomate imprese per la fornitura di apparecchi per prove elettriche, per la localizzazione di cavi, tubazioni e guasti, strumentazione per il controllo della produzione e della qualità o sistemi di regolazione. La società, fondata nel 1952, ha iniziato la propria attività come azienda di servizi, trasformandosi rapidamente in azienda commerciale e di rappresentanza per numerose case estere, i cui prodotti a carattere elettrotecnico/elettronico trovano applicazione nei più svariati settori industriali. Nel 1991 è stata costituita la consociata Volta Macchine S.r.l., che tratta macchine e accessori sia per la posa di cavi elettrici e di tubi, sia per la tesatura di linee aeree.

Legale rappresentante: Dr. Ing. Heinrich Kubicek

3° posto: Miko S.r.l.
Sede: Frangarto
Dipendenti: 23
Settore: forniture alberghiere
L’azienda, fondata nel 1977 da Klaus A. Resch sotto il nome “Servizi Otelleria Resch”, nel 1994 si è trasferita nella nuova sede a Frangarto, cambiando il nome in “MIKO – Galleria della gastronomia”. Oggi Miko è l’azienda leader nella fornitura alberghiera in Alto Adige. Con un’esposizione di oltre 15.000 articoli su 2.800 m2, Miko offre un completo assortimento non food a 360° per l’alta gastronomia. Direttore: Christoph Resch

CATEGORIA LARGE ENTERPRISES (PIÙ DI 50 DIPENDENTI)

1° posto: Ivoclar Vivadent S.r.l. Sede: Naturno
Dipendenti: 240
Settore: settore dentale

A Naturno, Ivoclar Vivadent gestisce un impianto di produzione all’avanguardia mondiale nel settore dei denti artificiali: dalla modellazione alla fusione fino agli ultimi ritocchi, annualmente realizza milioni di pezzi. Quest’azienda innovativa e attiva su scala internazionale presenta una gamma completa di articoli e sistemi per dentisti e odontotecnici, godendo di grande considerazione a livello internazionale, soprattutto nel settore delle protesi.

Amministratore delegato: Christian Frei

2° posto: Texel
Sede: Naturno
Dipendenti: 128
Settore: società agricola
La cooperativa ortofrutticola Texel, nata nel 2008 dalla fusione tra le cooperative NOG Naturno Plaus e POG Parcines, è la più giovane tra le realtà associate a VI.P. Composta da 366 soci, vanta una superficie coltivabile di 1.137 ettari. La zona di produzione comprende tutta la Bassa Venosta, abbracciando le località di Tel, Parcines, Rablà, Plaus, Naturno, Cirlano, Tablà e Plars.

Direttore: Christoph Tappeiner

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211