Disoccupazione, buoni dati: sul territorio è al 3,1%

Pubblicato il 27 Aprile 2018 in Imprese

 

Nel 2017, secondo i dati dell’Istituto provinciale di statistica Astat, il tasso di attività tra i 15 e i 64 anni è pari al 75,3%. Le persone in cerca di occupazione, invece, sono 8.000, con un tasso di disoccupazione che in Alto Adige si ferma al 3,1% (5,6% Bolzano, 14,3% tra i residenti extracomunitari). Tra i lavoratori dipendenti, infine, il 16,5% lavora con contratti a tempo determinato.

Il tasso di attività, calcolato come percentuale delle forze di lavoro sul totale delle persone residenti in età tra 15 e 64 anni inclusi, nel 2017 ammonta al 75,3%. Circa tre quarti della popolazione tra 15 e 64 anni in Alto Adige partecipano quindi al mondo del lavoro o come occupati o come persone in cerca di occupazione. In Alto Adige il tasso di occupazione calcolato per la classe di età tra i 20 e i 64 anni, passa dal 78,2% nel 2016 al 78,4% nel 2017, avvicinandosi ulteriormente all’obiettivo dell’80%, prefissato dal governo locale per il 2020. Come conseguenza delle riforme riguardanti il sistema pensionistico, varate negli anni passati, i dati evidenziano cambiamenti strutturali notevoli, anzitutto rispetto al tasso di attività femminile per le donne tra i 55 e i 59 anni, che tra il 2016 e il 2017 passa dal 66,4% al 74,3%. Anche per gli uomini comunque nel 2017 il tasso di attività aumenta in questa fascia d’età, passando dal 85,5% al 87,3%, contro una lieve variazione generale negativa (75,5 nel 2016, 75,3 nel 2017), per tutte le forze di lavoro nel complesso. Come in passato tuttavia la differenza fra il tasso di attività delle donne e quello degli uomini resta complessivamente molto marcato: nel 2017, considerando la fascia 15-64 anni, il tasso di attività per le donne si attesta al 68,6% e per gli uomini all’81,8%. Occorre ricordare che tra i 15 e i 19 anni il tasso di attività è influenzato dalla durata del percorso di studi prescelto, mentre per le donne nelle classi di età successive incide certamente l’impegno familiare, in particolare tra i 25 e i 39 anni, età in cui si concentra probabilmente la cura dei figli piccoli. Il massimo tasso di attività comunque si registra per gli uomini tra i 30 e i 34 anni e per le donne tra i 45 e i 49 anni. Il tasso di attività scende rapidamente intorno ai 60 anni, per entrambi i sessi.

Nel 2017, sul totale occupati, il 17,5% lavora di sera nella fascia tra le ore 20 e le 23 almeno due volte la settimana ed il 7,0% con la stessa frequenza dopo le ore 23. Il 34,2% degli occupati lavora di sabato almeno due volte al mese, mentre il 18,9% con la stessa frequenza lavora di domenica. I tassi di disoccupazione variano sia per quanto riguarda la zona di residenza, che per quanto riguarda la cittadinanza. Per il capoluogo Bolzano si registra un tasso di disoccupazione del 5,6% mentre, nel restante territorio provinciale, il tasso si attesta in media al 2,4%. Ancora più rilevanti sono le differenze tra la popolazione residente con cittadinanza UE (Italia inclusa) ed i residenti provenienti da paesi extra UE: in questo caso i tassi di disoccupazione registrati sono rispettivamente del 2,4% e del 14,3%.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211