Menu

Diego Piacentini: da Amazon a Renzi per guidare la riscossa digitale italiana

Pubblicato il 11 Febbraio 2016 in Innovazione

 

Diego Piacentini, 55 anni, vicepresidente di Amazon: è lui il supertecnico che Matteo Renzi è riuscito a strappare a Jeff Bezos per ricoprire il ruolo di commissario per il digitale e l’innovazione in Italia. Un colpo di enorme effetto mediatico ma che apre anche tante prospettive concrete per un Paese che su banda larga e digitale viaggia come una lumaca. Piacentini, milanese, bocconiano, dal 77 negli Stati Uniti, prende due anni di aspettativa e da Seattle si trasferisce a Roma, a Palazzo Chigi, dove lavorerà pro bono a diretto contatto con Renzi “per restituire qualcosa al Paese nel quale sono nato e ho vissuto per quarant’anni”.

La notizia è rimbalzata ieri sera in tutto il mondo grazie a uno scambio di Tweet avvenuto direttamente tra Jeff Bezos e il primo ministro.

Paolo Barberis, consigliere per l’innovazione del Presidente del Consiglio, spiega su Medium la scelta: “Diego Piacentini avrà il compito di potenziare un ecosistema digitale che è e deve rimanere decentralizzato, ma con un linguaggio e un sistema di funzionamento coerente”. Una buona notizia per tutta l’Italia, una speranza per poter provare a recuperare un po’ del tempo perduto.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211