Dall'automotive all'energia rinnovabile: ecco le migliori aziende altoatesine

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Gkn e la sua innovazione continua nell’automotive fra le grandi imprese, l’energia da fonti rinnovabili di Fri-El Green Power fra le medie, la società di consulenza in campo immobiliare Iniziative Methab tra le piccole. Sono queste le tre migliori aziende altoatesine nelle tre categorie di dimensione. A certificarlo l’Indice Sintetico di Performance (ISP), che fotografa le performance aziendali in base alle condizioni patrimoniali, finanziarie e reddituali degli ultimi cinque anni. Un territorio economicamente forte, quello altoatesino, che fa segnare ottime performance a livello NordEst. Per quanto riguarda il fatturato a livello provinciale, in testa c’è il gruppo Aspiag che ha sfiorato, nel 2018, i due miliardi di euro.  

La ricerca «Eccellenze del NordEst» è stata presentata nel corso dell’assemblea ordinaria dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bolzano, che si è tenuta mercoledì 27 novembre al NOI Techpark, il polo dell’innovazione e della tecnologia altoatesina. L’analisi, curata da un gruppo di lavoro composto dai 13 ordini del Nordest e un team di Ca’ Foscari, ha permesso di analizzare lo stato di salute delle aziende altoatesine, ha preceduto un dibattito che ha visto protagonisti Massimiliano Bonacchi, professore di Accounting a Unibz, Luca Filippi e Heiner Oberrauch, rispettivamente vicesegretario della Camera di Commercio vicepresidente degli Assoimprenditori altoatesini.  

 «Un’economia in ottima salute dalle performance importanti – commenta Claudio Zago, presidente di Odcec Bolzano –, pur in un contesto internazionale che presenta tinte in chiaroscuro e la solita schizofrenia normativa nazionale che ci costringe ad operare senza certezza alcuna. L’economia altoatesina, e quella regionale, sono la punta di diamante di un Nordest ricco di eccellenze e potenzialità. I dati presentati restituiscono l’ossatura di un’economia provinciale sana che ha bisogno sempre più di dotarsi di strumenti nuovi per operare in un contesto internazionale complesso da leggere e interpretare: «strumenti» che non sono solo quelli che si basano sui dati e l’intelligenza artificiale ma anzi, soprattutto, sull’intelligenza umana e valorizzano il ruolo della consulenza. Un’alleanza che tutte le aziende maggiormente performanti in testa alle classifiche hanno promosso e praticato da tempo. Aggiornamento, formazione ed empatia con le esigenze delle aziende per accompagnarle nella crescita: in questa sfida, noi Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili ci siamo. Fianco a fianco con le imprese».  

26

 Grandi imprese 

 L’automotive accelera e tira il gruppo: Gkn Sinter Metals è infatti in testa alla classifica basata sull’ISP delle grandi imprese, che precede di poco Allstar, società che fa parte del gruppo Novomatic e opera nel campo del gioco d’azzardo (626,63), mentre al terzo posto si piazza (617,92) EuropCar Italia, con il noleggio di auto e furgoni. La top five della provincia di Bolzano si chiude con Nkd Italia al quarto posto (la catena di abbigliamento e arredamento per la casa totalizza 602,88 punti) e l’hotel Adler (597,37) al quinto posto.  

 Medie imprese 

Per le aziende di media dimensione c’è una situazione un po’ particolare: tre dei primi quattro posti nella classifica altoatesina e regionale sono occupati dalle varie filiali di Fri-El Green Powerazienda leader in Italia nel settore della produzione e vendita di energia elettrica da fonti rinnovabili. Calcolandole come una sola unità (683,29 il punteggio massimo) nella graduatoria troviamo poi A&A, società che realizza centri commerciali e ha la sede legale a Bolzano (635,07). 

 Piccole imprese 

Anche scendendo di dimensione l’Alto Adige rimane al primo posto della classifica regionale, con l’immobiliare di Iniziative Methab del gruppo Tosolini (712,35). A seguire il Palace Hotel (655,25) e, sempre in ambito edilizio-immobiliare Mestre Sud e Adige Invest (648,26 e 647,97). Chiude la top five, con 647,34, Vento di Montemurro, produttore di energia con sede legale in Alto Adige e cuore operativo in Basilicata.  

 Le top 10 per fatturato 

È uno degli indicatori presi in considerazione dall’indice: il fatturato. E in questa classifica in testa c’è il gruppo Aspiag, con 1,9 miliardi di euro fatti segnare nel 2018. A seguire il provider di energia Alperia (1,2 miliardi), le Acciaierie Valbruna (926 milioni di euro), Seetech Global Industries – Gruppo Leitner (875 milioni), Fercam (801 milioni), Vog– Consorzio delle Cooperative Ortofrutticole dell’Alto Adige (486 milioni), Kurz Hogast, società di acquisto leader nel settore gastronomico (443 milioni), l’autonoleggio Avis (400 milioni), Agba del gruppo Barchetti (374 milioni) e la Gruber Invest (339 milioni).  

 

Ti potrebbe interessare