Menu

Cultura italiana, nuovi criteri per sostegno di artisti

Pubblicato il 15 Novembre 2016 in Culture, Opportunità

 

La Giunta provinciale ha approvato i nuovi criteri e le nuove modalità per l’attribuzione di vantaggi economici agli artisti da parte del Dipartimento cultura italiana. I nuovi criteri sono stati proposti dall’assessore Christian Tommasini del Dipartimento alla cultura italiana, edilizia e cooperative, opere pubbliche e patrimonio.

“Contributi per progetti artistici e sussidi per progetti formativi, concorsi a sostegno della creatività, contributi integrativi: sono alcune delle novità del sostegno economico del Dipartimento provinciale cultura italiana a favore degli artisti”, spiega Tommasini.

Nel definire i criteri e le modalità per l’attribuzione di vantaggi economici agli artisti, in applicazione della legge provinciale sulle attività culturali varata nel 2015, il Dipartimento cultura italiana ha optato per due regolamenti: uno per le organizzazioni e uno per gli artisti, considerata la diversa natura dei possibili beneficiari.

I finanziamenti sono assegnati agli artisti originari dell’Alto Adige, o attivi sul territorio da almeno 2 anni, per la realizzazione di un progetto artistico (contributo per un massimo dell’80% della spesa) o di un percorso formativo (sussidio di qualificazione non superiore a 20mila euro per artisti under 35 che partecipano ad attività di perfezionamento in scuole, istituti, workshop e stage anche all’estero). Rispetto al passato cambia anche la tipologia di contributo: si passa da contributi ordinari con scadenza annuale fissa a contributi o sussidi per progetti che si possono presentare nel corso dell’anno, con la possibilità di ottenere un anticipo fino al 50% del finanziamento provinciale per il sostegno delle spese di avvio del progetto. Sono anche previsti i contributi integrativi, prima riservati alle sole organizzazioni culturali. “E la legge prevede poi una nuova modalità di sostegno alla creatività, ossia l’indizione di appositi concorsiche potranno essere banditi per temi specifici o per discipline artistiche”, aggiunge Tommasini.

L’assessore ricorda inoltre che il bilancio provinciale per il 2017 non prevede tagli alla cultura, “che resta elemento di crescita personale e sociale. Con questa forma aggiornata di sostegno vogliamo favorire iniziative che contribuiscono all’arricchimento culturale della collettività, oltre che dell’immagine dell’Alto Adige e dare un impulso alla creatività degli artisti, in modo che i loro progetti possano essere realizzati e distribuiti nei circuiti internazionali.” I criteri si applicano alle domande dal 1° gennaio 2017, che vanno presentate entro e non oltre il 30 settembre, accompagnate da relazione sul progetto e cronoprogramma con inizio e fine dell’attività. I criteri specifici per i progetti artistici nei settori dell’editoria e del cinema saranno approvati con un prossimo regolamento specifico.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

Facebook

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211