Menu

Cristallo, undicesima stagione al via. E «Comedy Show» raddoppia

Pubblicato il 19 Settembre 2016 in Culture, Territorio

 

Una piazza piena di gente, una scommessa vinta, a 11 anni di distanza. La festa del teatro Cristallo, che sabato ha fatto scendere in strada mezza Bolzano, è stata l’occasione per celebrare un concetto niente affatto scontato: i centri di diffusione culturale fungono da moltiplicatori. Offrire più cultura fa aumentare la domanda. Così succede nella nostra città dove la riapertura del Cristallo nel 2005 non solo non ha sottratto spettatori allo Stabile ma anzi ha moltiplicato il pubblico. Lo ha ricordato dal palco il presidente uscente, Pio Fontana, che ha lasciato il timone dell’associazione ad Andrea Grata, e lo ha ribadito il vicepresidente della Provincia Christian Tommasini, primo finanziatore del teatro: «Dove c’è cultura si vive meglio, è importante costruire giorno per giorno una città dove la gente esca di casa e partecipi attivamente alla vita sociale e culturale». Ad Andrea Grata, segretario generale di Confcooperative, il compito di innovare nella continuità, aumentando ancor di più l’impatto sociale del teatro. Il successo di pubblico di sabato è un ottimo viatico per una stagione che alternerà commedie, musica, danza, dibattiti, spettacoli per bambini, corsi e stage. E da martedì 20 parte la campagna abbonamenti.

I filoni

Dopo il successo della prima edizione torna la rassegna “Comedy show” curata dall’Associazione Cristallo in collaborazione col Teatro Stabile di Bolzano e che vede come protagonisti nomi rinomati del panorama teatrale italiano. La musica non mancherà grazie ai “Racconti di Musica” dell’Associazione L’Obiettivo e presidiata sarà anche la danza con le proposte de L’Obiettivo e del Centro Servizi Santa Chiara per “InDanza Cristallo”. Ai più piccoli e alle famiglie la compagnia teatroBlu dedica “Il teatro è dei bambini” mentre la Uilt presenta all’interno di “Buona domenica a teatro” una selezione delle migliori filodrammatiche italiane. Infine, l’Associazione Cristallo propone, come da tradizione, dibattiti, mostre, incontri e visite guidate sui temi sociali quali le migrazioni, l’inclusione sociale, la spiritualità e la cittadinanza attiva e consapevole. La stagione 2016/17 del Teatro Cristallo è realizzata grazie al contributo dell’Assessorato alla Cultura Italiana della Provincia Autonoma di Bolzano, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Bolzano, della Fondazione Cassa di Risparmio, di Alperia, della Cassa di Risparmio nonché di altri piccoli-medi sponsor.

Comedy Show, apre Piovani

A grande richiesta la collaborazione tra Associazione Cristallo e Teatro Stabile di Bolzano prosegue e si rafforza anche nella stagione 16/17 con dieci spettacoli di elevata qualità proposti nell’ambito della rassegna “Comedy Show”. Ad inaugurarla mercoledì 9 e giovedì 10 novembre sarà un progetto che avrà protagonisti il compositore e direttore d’orchestra Nicola Piovani, vincitore del Premio Oscar per le musiche de “La vita è bella”, e l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento. “Piovani dirige Piovani” è il titolo del concerto sinfonico in cui il celebre Maestro dirigerà la Haydn nell’interpretazione del suo repertorio più amato, composto dalle inconfondibili arie e colonne sonore, in una sorta di omaggio al grande cinema. Spazio poi, il 23 novembre, ai classici del teatro rivisitati in chiave comica con Serena Sinigaglia che presenterà il suo “Di a da in con su per tra fra William Shakespeare”. Il mondo femminile sarà dipinto con grazia, ironia ed eleganza, da Claudia Gerini, che, il 19 dicembre, racconterà le “Storie di Claudia”. Sei donne partigiane saranno invece le protagoniste dello spettacolo di Lunetta Savino “Tante facce nella memoria”, proposto nei dintorni della Giornata della memoria, il 15 gennaio. Del mondo del calcio si occupa la produzione della compagnia teatrale Proxima-Res in “Fuorigioco” che prende spunto dalla partita del 28 giugno 2012, la semifinale Italia-Germania, per sollecitare un nuovo sguardo sulla realtà. Un classico del teatro, l’Otello, sarà “scomposto” e “ricostruito” dalle parole e dallo spirito di Marina Massironi in “Ma che razza di Otello?” in scena il 3 febbraio.

Il 12 febbraio lo spettacolo “Il secondo figlio di Dio” scritto e interpretato dal “cantattore” Simone Cristicchi, porterà il pubblico alla scoperta dell’affascinante – e semisconosciuta ai più – storia di David Lazzaretti, definito il “Cristo dell’Amiata”, un utopista convinto di cambiare il mondo. Il 9 marzo il Collettivo Generazione Disagio in “Dopodiché stasera mi butto” proporrà un cinico quanto irresistibile “giro dell’oca” per parlare della crisi e della voglia di cambiamento coinvolgendo direttamente il pubblico in sala. Il 29 marzo Giuliana Musso sarà la protagonista di “Mio eroe”, uno spettacolo dedicato alle madri che videro cadere in battaglia in Afghanistan, tra il 2001 e il 2014, i loro figli, ovvero 53 soldati italiani durante la missione ISAF. A completare la rassegna “Comedy Show” il 22 maggio sarà “La casa di ciascuna”, un progetto inedito ideato da Caterina Vertova che indaga i rapporti fra donne di diversa età e nazionalità. Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21. Il prezzo dell’abbonamento è di 80 euro (intero) / 60 euro (under 27).

Tiromancino e Dolcenera

Saranno i Tiromancino ad inaugurare, martedì 18 ottobre con “Il respiro del mondo” la rassegna musicale de L’Obiettivo e il Teatro Cristallo ospiterà proprio la prima tappa della loro tournée italiana. Spazio poi ai cantautori come l’emergente Dente che salirà sul palco il 22 novembre e l’affermata Dolcenera che affascinerà il pubblico il 6 dicembre con il suo ultimo lavoro, “Le stelle non tremano”. In cartellone il 10 gennaio ci sarà il concerto di diversi artisti locali  – Maffei, Marcolongo, Prandini, Callegaro, Riglione e Pasqualotto – in “Made in Bolzano”. Ancora musica d’autore invece verrà proposta il 31 gennaio con Fabio Concato e il 14 febbraio con Paola Turci. Un concerto speciale sia per la qualità della musica che per il messaggio che diffonde è quello de I Dinosauri che vedrà sul palco, il 21 marzo, la formazione storica dei Modena City Ramblers – Cisco, Cottica, Rubbiani e Giuntini -, riuniti per un concerto acustico per la legalità. Chiuderà la rassegna il 28 marzo la musica popolare italiana, con “Quaranta”, il concerto del Canzoniere Grecanico Salentino. Tutti i concerti inizieranno alle 21.  Il prezzo dell’abbonamento è di 80 euro (intero) / 70 euro (under 27).

La danza

Una quaterna preziosa per gli amanti della danza – e non solo- compone la rassegna “InDanza Cristallo” dell’Associazione L’Obiettivo e del Centro Servizi Culturali Santa Chiara di Trento. Mercoledì 12 ottobre salirà sul palco il Gruppo e-MOTION con “Apriti ai nostri baci – studio sul concetto di muro” mentre per il balletto classico la compagnia Opus Ballett propone, il 21 dicembre, “Il lago dei cigni”.  Decisamente più moderno lo spettacolo di Abbondanza-Bertoni in scena il 15 febbraio con “Gli Orbi” mentre MM Contemporary Dance Company chiuderà la rassegna, il 15 marzo, con due spettacoli insieme, “La sagra della primavera” e “La metà dell’ombra”. Tutti gli spettacoli si terranno il mercoledì alle 21. Il prezzo dell’abbonamento è di 40 euro (intero) / 30 euro (under 27).

Spettacoli per bambini

I bambini e le loro famiglie sono al centro della proposta artistica della compagnia teatroBlu che propone un cartellone di sette spettacoli, il sabato pomeriggio, per far amare il teatro sin da piccoli. Il primo appuntamento è per il 29 ottobre con “L’Infanzia del mago” di Cà Luogo D’arte mentre il 19 novembre è prevista “La Bella e La Bestia” la produzione della stessa compagnia teatroBlu. Prima di Natale, il 10 dicembre, la Fondazione Aida allieterà i bimbi con lo spettacolo “Buon Natale, Babbo Natale” mentre a gennaio, il 21, l’Orchestra Haydn si cimenterà in una produzione inedita accompagnata dal burattinaio Luciano Gottardi in “Il Piccolo Ignazio e il Genio della musica”. L’11 febbraio andrà in scena “Zac_Colpito al Cuore” una produzione dell’Associazione Teatro Giovani, Teatro Pirata, Il Laborincolo, PaneDentiTeatro mentre l’11 marzo la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus presenterà la storia di “Hansel & Gretel dei Fratelli Merendoni”. Chiuderà in bellezza la rassegna lo spettacolo “Happy Hoppy” di Teatro Macchiato. Tutti gli spettacoli inizieranno alle 16.30.  Il prezzo dell’abbonamento è di 34 euro (intero) / 21 euro (under 13). La compagnia teatroBlu cura al Cristallo anche la parte di propedeutica teatrale con corsi di teatro per grandi e bambini, il percorso “Over Here Over There” in collaborazione con l’Ufficio Educazione Permanente, biblioteche ed Audiovisivi della Provincia di Bolzano su alcuni fatti della storia moderna, conflitti tra nazioni e storie di persone, il festival “Petits Bonbons” per le scuole materne e primarie nonché stage di perfezionamento alla danza e al teatro.

Il 16 marzo la compagnia teatroBlu debutterà con lo spettacolo “Con spietato ardore”, una prima dedicata a Josef Mayr-Nusser, il sudtirolese che sarà beatificato perché si rifiutò di giurare ad Hitler e per questo perse la vita.

Il teatro amatoriale

Da sempre molto amata dal pubblico la rassegna della Uilt “Buona domenica a teatro” con proposte del miglior teatro amatoriale italiano.

In dialetto veneto la commedia di apertura della rassegna, il 16 ottobre con il Teatro dei Pazzi in “Veci se nasse, no se deventa”. Direttamente da Napoli la compagnia Stabile Teatro Mio presenterà il 30 ottobre “Chi non muore si rivede” mentre dal vicino trentino la Filodrammatica San Martino, il 6 novembre, racconterà le sofferenze e le attese dei padri in “reparto paternità”, dove tutte le angosce svaniranno di fronte alla vista di una bella infermiera… Si riderà invece attorno alla sagrestia di don Gino il 20 novembre con la commedia “Grisù, Giuseppe e Maria” della compagnia teatrale veronese La Moscheta. Il matrimonio e i suoi guai invece saranno al centro di “Se…MAI, mi sposerò?!?!?!” della compagnia A.C.I.S. Il Sipario di Napoli, in scena il 4 dicembre, mentre la Filodrammatica di Laives proporrà uno spettacolo impegnato e delicato sulle “opzioni” dei sudtirolesi nel periodo fascista, il 22 gennaio. Il 5 febbraio Lucio Gardin & I Toni Marci formeranno un inedito gruppo per “Trentatré Trentini” mentre una strana “Arca de Noé” sarà al centro dello spettacolo della filodrammatica Coredana del 26 febbraio. Il 5 marzo andrà in scena il musical “C’era una volta un sogno” della compagnia JoyEnJoy di Salorno mentre, a grande richiesta, il 19 marzo, la Filocircus Laives e la Banda Mascagni proporranno il divertente “Circopizza sConcerto” per grandi e piccini. Il prezzo dell’abbonamento è di 50 euro (intero).

Percorsi culturali

Oltre agli spettacoli in teatro l’Associazione Cristallo cura i percorsi culturali, sociali e di scoperta del territorio locale come “Madre Terra” con la Caritas e l’Università di Bolzano,  “Le vie del sacro” con la Diocesi di Bolzano, le ACLI e la Caritas di Bolzano Bressanone, “La Giornata contro le mafie” con Libera e l’Associazione Nazionale Magistrati-Sezione Trentino Alto Adige. Inaugureranno la lista di ospiti illustri Lilli Gruber l’8 ottobre con una serata sull’Islam, don Maurizio Patriciello che il 28 ottobre racconterà i roghi della vergogna nella terra dei fuochi. Interessante è il percorso dedicato alla giustizia riparativa: per il giubileo dei carcerati, il 12 novembre, le vittime e i responsabili della lotta armata – Agnese Moro, Grazia Grena – dialogheranno al Cristallo presentando “Il libro dell’incontro”. Un confronto è previsto anche tra le fondatrici dell’Associazione AmiCainoAbele, Claudia Francardi e Irene Sisi, vittime entrambe di una disgrazia, l’una madre di Matteo, che investì in macchina Antonio, marito dell’altra, al ritorno da un rave party: una testimonianza forte di perdono e, dopo il dolore, la capacità di rinascere. Un nuovo inizio segna la storia di “Jimmy della collina” raccontata da Massimo Carlotto il prossimo 20 gennaio.

La campagna abbonamenti

La campagna abbonamenti del Teatro Cristallo partirà martedì 20 settembre: da martedì a giovedì 22 i vecchi abbonati avranno la precedenza nella scelta del loro posto e da venerdì 23 si potranno sottoscrivere i nuovi abo. Questi gli orari di cassa: dal martedì al venerdì dalle 17 – 19 , il giovedì anche dalle 10 alle 12. Per informazioni sugli spettacoli o sugli abbonamenti scrivere a prenotazioni@teatrocristallo.it o telefonare allo 0471 067822 durante gli orari di apertura sopracitati.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211