Cortometraggi in Alto Adige: 30mila euro per 6 team

Pubblicato il 1 Febbraio 2016 in Culture

corso cinema  

Trentamila euro di montepremi per 6 team per realizzare un cortometraggio sull’Alto Adige. E’ il budget messo a disposizione da  “Racconti | Local Plus”, il programma per la realizzazione di cortometraggi destinato ai creativi altoatesini. L’iniziativa viene organizzata dal reparto Film Fund & Commission di IDM Alto Adige, l’azienda speciale della Provincia di Bolzano e della Camera di commercio dedicata all’economia altoatesina. Il termine per la presentazione delle candidature è il 16 febbraio.

 «”Racconti | Local Plus”, cofinanziato dai tre Uffici Cultura provinciali, è una delle tante iniziative messe in campo dalla BLS negli ultimi cinque anni per rafforzare la professionalità dei film-maker altoatesini» afferma Hansjörg Prast, direttore di IDM «iniziative la cui eredità IDM adesso raccoglie e porta avanti per potenziare l’industria creativa altoatesina».

Il programma “Racconti | Local Plus”, supportando concretamente i filmmaker locali, contribuisce a sviluppare le grandi potenzialità di questo settore. «Si tratta di creare consapevolezza intorno al ruolo del produttore cinematografico, scoprendo e facendo crescere profili promettenti che possano in futuro diventare produttori radicati nell’area dell’Alto Adige» afferma Christiana Wertz, responsabile della Film Fund & Commission. Ma perché proprio il cortometraggio? «Nell’industria cinematografica questo genere ha un’importanza cruciale nella crescita di nuovi talenti, che possono così già cimentarsi nel ruolo di caporeparto. Inoltre questa tipologia di film è una sorta di biglietto da visita per farsi conoscere nei circuiti cinematografici» spiega Christiana Wertz.

Il programma, che mette in palio un montepremi totale di 30.000 euro per la realizzazione del proprio cortometraggio in Alto Adige, cerca sei team creativi composti da due filmmaker: uno sceneggiatore/regista e un produttore. Nel corso di 4 workshop i partecipanti svilupperanno le proprie competenze in campi come la drammaturgia, la regia, la produzione; soprattutto impareranno come applicarle meglio ai loro progetti, scrivendo e riscrivendo sceneggiature, note di regia, budget e piani di produzione. In ogni team, che dovrà presentare una sceneggiatura inedita completa di note di regia, è necessaria la presenza di almeno un filmmaker nato o residente in Alto Adige. «Sostenere i talenti creativi locali permette non solo di avviare – o consolidare – una carriera in campo cinematografico» sottolinea Christiana Wertz «ma anche di accrescere la reputazione di una location cinematografica attraverso l’affermazione in determinati film festival».

Per maggiori informazioni contattare Carmen Cian (0471 09 42 53, carmen.cian@idm-altoadige.com) oppure consultare il sito http://www.bls.info/it/film-location/racconti/racconti-local-plus.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211