Coronavirus, Rianimazione al limite: si va verso la proroga delle disposizioni antivirus

Pubblicato il 24 Marzo 2020 in Territorio

 

Tanto si sta facendo, ma tanto bisogna ancor fare. Perché i numeri non stanno rallentando e anzi, aumentano giorno dopo giorno. Ed il numero dei morti in Alto Adige con Coronavirus è già a 35. Esatto, con. Perché come ha spiegato nella giornata di ieri il presidente Arno Kompastcher, tutte le persone decedute hanno avuto il Covid-19 come concausa della loro morte all’interno di un quadro clinico già fortemente compromesso. Annunciato inoltre che si va verso una proroga delle disposizioni del decreto antivirus.

E mentre si aspetta un nuovo bollettino di guerra, la Rianimazione di Bolzano è al limite con 40 pazienti tra i 40 e i 60 anni. E l’assessore Widmann non nasconde la sua preoccupazione: “Ancora una settimana così ed il sistema crolla. Ci deve essere un calo dei contagiati”. Oggi intanto arriverà il carico di 1,5 milioni di mascherine e 450.000 tute protettive dalla Cina che la Provincia di Bolzano ha acquistato.



Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211