Coronavirus, la caserma Baisi di Colle Isarco come struttura di quarantena

Pubblicato il 2 Marzo 2020 in Territorio

 

La situazione resta stabile in Alto Adige per quanto riguarda la diffusione del Coronavirus Covid-19. Saranno adottate tutte le misure per essere preparati anche nel caso di un’ulteriore diffusione epidemiologica del Coronavirus. Nel frattempo si sta procedendo al reperimento di strutture per l’accoglienza di persone che non possono trascorrere il periodo di quarantena nelle proprie abitazioni. Si tratta sia di persone asintomatiche che hanno avuto contatti con persone risultate positive al test del Covid-19, sia persone già risultate positive, con sintomi lievi che non necessitano di ospedalizzazione. Nel corso degli ultimi giorni l’amministrazione provinciale ha valutato attentamente diverse strutture.

Fra queste è stata individuata una struttura, una casa per le vacanze per il personale militare, che l’esercito originariamente aveva riservato al proprio personale per eventuali casi di quarantena. Grazie all’intervento del governatore Arno Kompatscher presso il Dipartimento nazionale di Protezione Civile, è stato possibile riservare la caserma Baisi di Colle Isarco per ospiti altoatesini.

Lavori alla struttura per renderla disponibile

L’Agenzia della Protezione Civile, in stretta collaborazione con l’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige, sta preparando la struttura di Colle Isarco in modo da renderla disponibile nei tempi più brevi possibili. La struttura sarà adattata sia dal punto di vista igienico/sanitario sia dal punto di vista della privacy degli ospiti.

Il sito è risultato ideale in quanto è comodamente raggiungibile e soddisfa tutti i requisiti di sicurezza e di confort necessari. Le strutture presenti all’interno sono in grado di accogliere separatamente le tipologie di persone che necessiteranno di isolamento. Questa struttura sarà gestita dall’associazione provinciale di Protezione Civile della Croce Bianca per conto dell’Agenzia della Protezione Civile.



Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211