Coronavirus, collaboratori della Croce Bianca in quarantena

Pubblicato il 13 Marzo 2020 in Territorio

 

A seguito del forte aumento del numero di trasporti di pazienti infetti dei giorni scorsi, anche collaboratori della Croce Bianca sono venuti a contatto con casi sospetti di coronavirus e pazienti.

La Croce Bianca ha attualmente 20 collaboratori in quarantena, di cui 13 dipendenti, 6 volontari e 1 volontario del servizio civile. Tutti sono in buona salute e non presentano sintomi, tranne un collaboratore. Un soccorritore è già rientrato dalla quarantena ed è di nuovo in servizio. La mancanza di queste risorse umane può essere compensata dai soccorritori disponibili del servizio di soccorso su pista e dallo spostamento interno di personale. In questo modo tutti i servizi della Croce Bianca possono essere garantiti.

La direzione dell’associazione sottolinea, che la tutela di tutti i collaboratori ha la massima priorità, anche in questa situazione straordinaria. Tutti i mezzi sono dotati di dispositivi di protezione individuale (DPI) per le squadre di soccorso. La Croce Bianca desidera ringraziare tutti i datori di lavoro e le aziende che in questo periodo eccezionale hanno assicurato ai volontari della Croce Bianca una particolare flessibilità, sostenendo un servizio prezioso ed essenziale per la nostra comunità.



Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211