Coronavirus: assistenza domiciliare rimane, chiusi asili nido e mense per anziani

Pubblicato il 11 Marzo 2020 in Agenda

 

L’assessora al sociale Waltraud Deeg rende noto che i servizi di assistenza domiciliare e il servizio di consegna dei pasti restano attivi. Tuttavia, l’assistenza dovrà anche adattarsi all’emergenza Coronavirus: “Sarà data continuità ai servizi di supporto di grande importanza per le persone, specialmente in questo momento difficile. Un grande ringraziamento va quindi a tutti i dipendenti e ai volontari nei servizi sociali che offrono un servizio molto importante”, afferma l’assessora Deeg.

Allo stesso tempo, l’esponente dell’esecutivo chiede comprensione per la sospensione dei servizi semiresidenziali, quelli a cui gli utenti accedono autonomamente. La misura interessa cioè asili nido, i laboratori per le persone con disabilità, i servizi diurni e le mense per anziani o altri luoghi di incontro. Alla luce del fatto che in questi luoghi le distanze di sicurezza possono essere rispettate solo in misura molto limitata, ne è stata disposta la chiusura. Si tratta di una misura precauzionale per interrompere la catena di contagi e, soprattutto, per proteggere queste categorie particolarmente sensibili.

Mutate anche le condizioni per i ricoveri temporanei nelle case di riposo che ora saranno possibili solo in misura limitata per gli utenti esterni. “I dipendenti delle case di riposo stanno attualmente facendo un grande lavoro, poiché il loro impegno è attualmente richiesto sia nel luogo di lavoro che nell’ambito familiare. È nostro compito proteggere adeguatamente loro e gli anziani residenti nelle case di riposo evitando fonti esterne di contagio e rispettando le regole di condotta che sono state emanate”, ricorda Deeg. Questo, conclude l’assessora, “è l’unico modo per frenare la diffusione del Coronavirus. Si tratta di proteggere persone vulnerabili come gli anziani e le persone con disabilità. Per questi motivi, le restrizioni sono necessarie in questo momento”.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211