Giovani pronti a vivere da soli, aperto il primo bando di cohousing

Pubblicato il 2 Agosto 2017 in Opportunità, Territorio

 

Da oggi, mercoledì 2 agosto, è ufficialmente aperto il bando per i giovani altoatesini tra i 18 e 35 anni che intendono partecipare al primo progetto altoatesino di cohousing e coworking, Cohousing Rosenbach #sharingiscaring. L’obiettivo è quello di agevolare i giovani a rendersi autonomi dalla famiglia di origine, sia dal punto di vista abitativo che lavorativo. A loro disposizione, in una palazzina affacciata su piazza Angela Nikoletti nel quartiere di Oltrisarco a Bolzano, vi sono 32 posti letto, suddivisi in alloggi doppi con servizi igienici e cucina, in affitto a prezzi agevolati, nonché altri spazi dove poter dar il via ad attività di coworking. A fronte delle agevolazioni loro concesse, i giovani che fruiranno di questa nuova tipologia residenziale e lavorativa saranno chiamati a collaborare con le organizzazioni presenti nel quartiere per promuovere iniziative volte a coinvolgere gli abitanti in percorsi socio-culturali, con ricadute positive sulla coesione sociale.

Progetto pilota

Il progetto Cohousing Rosenbach #sharingiscaring, ideato e promosso dal Dipartimento cultura italiana della Provincia, tramite il suo Ufficio politiche giovanili, e dall’Istituto per l’edilizia sociale IPES «è un’iniziativa pilota che colloca Bolzano tra le città italiane ed europee che stanno sperimentando nuove forme di abitare condiviso e di cittadinanza attiva che vede protagonisti i giovani», spiega l’assessore provinciale Christian Tommasini, il quale aggiunge che «solo attraverso la partecipazione attiva è possibile resistere alle paure che attraversano la società. Grazie alle energie dei giovani e alla valorizzazione delle loro idee potranno essere avviati percorsi socio-culturali in grado di creare circuiti virtuosi per il tessuto sociale».

La rete dei giovani sul territorio

A seguire il progetto pilota (al quale l’amministrazione provinciale lavora già da diversi mesi) per i prossimi 3 anni sarà il gruppo formato da Irecoop Alto Adige Südtirol e dalla cooperativa sociale Altrimondi, che si sono aggiudicate l’apposita gara d’appalto bandita dall’IPES. Il progetto Cohousing Rosenbach #sharingiscaring è stato varato in questi giorni, a seguito della firma contrattuale fra le parti. Nella realizzazione delle attività saranno coinvolti altri enti, quali il Movimento universitario altoatesino MUA, nonché cooperative e associazioni in grado di fare rete sul territorio. I giovani protagonisti del primo progetto di cohousingcoworking altoatesino saranno seguiti e accompagnati con percorsi di validazione delle competenze e di formazione.

Come fare

I giovani, di età compresa fra i 18 e i 35 anni, possono presentare la propria candidatura entro le ore 24 del 2 settembre 2017 all’indirizzo mail cohousing@irecoopbz.eu  utilizzando gli appositi moduli e secondo le istruzioni reperibili sulla pagina Facebook del progetto oppure sul sito www.irecoopbz.eu. L’assegnazione avverrà tramite una selezione basata su criteri che tengono conto di esperienza e attitudini.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211