Castel Trauttmansdorff, aperto il nuovo “Giardino degli Innamorati”

Pubblicato il 20 Maggio 2016 in Territorio, Turismo

Castel Trauttmansdorff  

In occasione del loro 15° compleanno, il 19 maggio i Giardini di Castel Trauttmansdorff hanno inaugurato ufficialmente la nuova area, il “Giardino degli Innamorati”. Il nuovo areale del parco si trova sopra la piattaforma panoramica di Matteo Thun ed è dedicato al tema dell’”Amore”.

Il cuore dell’area è costituito da tre padiglioni, disposti a guisa di giganteschi mazzi di fiori a sbocciare da uno specchio d’acqua. Qui, visitatrici e visitatori possono celebrare un rituale suddiviso in tre fasi: l’abbandono, la promessa e l’eternità. Nella nuova area dei Giardini, inoltre, le piante, l’allestimento e l’interazione umana si incontrano, congiunti dal tema universale dell’”Amore”.

“Il ’Giardino degli Innamorati’, la nuova attrazione dei Giardini di Castel Trauttmansdorff, simboleggia la visione e il lavoro che stanno dietro al progetto di successo Trauttmansdorff“, afferma l’assessore provinciale Arnold Schuler.

Inaugurati nel 2001, dopo sette anni di costruzione, oggi i Giardini di Castel Trauttmansdorff sono la meta turistica più amata dell’Alto Adige. Per il loro straordinario connubio tra natura, cultura ed arte e per lo spirito innovativo che li caratterizza, i Giardini hanno ottenuto vari riconoscimenti, tra cui pochi anni fa quello come “Giardino Internazionale dell’Anno 2013” alla International Garden Tourism Conference a Toronto, Canada. Un premio che ad oggi hanno ottenuto come unico giardino europeo e che li porta ad essere uno dei parchi e giardini più famosi del mondo.

Secondo il motto “Giardini in movimento“, il paesaggio dei Giardini muta di settimana in settimana. Ed ogni anno nuove attrazioni si aggiungono a quelle già esistenti nel parco. L’assessore provinciale Arnold Schuler si mostra entusiasta della nuova attrazione inaugurata in occasione dei 15 anni di Trauttmansdorff e guarda con speranza alle sfide nell’ambito del Garden Tourism: “Siamo stati in grado di raggiungere l’attuale capacità di ca. 400.000 visitatori/trici, residenti e turisti, e fino ad oggi siamo anche stati in grado di mantenere queste cifre. Ora però è necessario un ulteriore sviluppo per trasformare questo giardino in una “destinazione europea“ che possa portare in Alto Adige nuovi ospiti ed ospiti del verde.“ 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211