Un calice inciso al laser per esaltare il perlage

Pubblicato il 5 Dicembre 2015 in Culture

 

Il calice hi-tech a forma di tulipano made in Trentino – ideale per esaltare i vini con bollicine – si avvicina ai 100 mila pezzi venduti. Già presente in gran parte dei più noti ristoranti italiani, acquistato in Svezia, Germania, Svizzera e Spagna, ora è stato scelto per brindare al Natale 2015 anche negli attici più cari al mondo di Torre Odéon, il nuovo e più alto grattacielo del Principato di Monaco.

Tamanini_Bini_2Il nuovo bicchiere studiato per esaltare l’effetto perlage di vini e spumanti è una creazione di Luca Bini della Casa del Vino di Isera, realtà che rappresenta 33 aziende vitivinicole locali, e dal designer Mattia Tamanini, nell’ambito dei percorsi su design e sviluppo prodotto promossi da Trentino Sviluppo.

«Come prima cosa – racconta Mattia Tamanini – è stato fondamentale studiare una forma che potesse far sprigionare al vino tutte le qualità del perlage nel rispetto di ognuna di esse, senza la predominazione di una sulle altre. La forma definitiva, che è stata l’evoluzione di una lunga serie di prototipi, ha tre caratteristiche definite in modo rigoroso: la larghezza della pancia, l’altezza del corpo e l’ampiezza della bocca».

Bicchiere_perlage_2Le misure del calice consentono ai profumi e agli aromi del vino di sprigionarsi senza disperdersi immediatamente. Tuttavia la vera rivoluzione è nella base piana della coppa che permette di godere del processo continuo di liberazione di anidride carbonica dal fondo del calice alla superficie, ma soprattutto nella tecnologia che permette la valorizzazione del perlage. Impiegando un raggio laser, Bini e Tamanini hanno applicato sul fondo del calice sette piccole incisioni (foto): sei sono poste su una circonferenza, una è posizionata nel centro del cerchio. Le imperfezioni stimolano il perlage che continua a formarsi per decine di minuti.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211