Braies senz’auto: bilancio positivo. «Diventi un modello di sostenibilità»

Pubblicato il 9 Settembre 2019 in Territorio

lago di braies  

Meno macchine ed emissioni, un approccio più sostenibile alla natura: questi i principali obiettivi delle misure poste in atto per limitare il traffico veicolare nella Val di Braies da parte del Dipartimento alla mobilità e del Comune di Braies con la collaborazione di IDM. L’assessore provinciale Daniel Alfreider, il sindaco di Braies, Friedrich Mittermair, ed il presidente di IDM, Hansi Pichler, hanno illustrato questa mattina (9 settembre) il positivo bilancio delle misure poste in atto nel corso dei mesi estivi. «Sono necessarie decisioni coraggiose, come ad esempio il blocco del traffico, perché in questi casi le decisioni standard non consentono di conseguire i risultati sperati. Quanto realizzato nella Val di Braies rappresenta un modello positivo che vogliamo applicare anche in altri ambiti» ha sottolineato l’assessore Daniel Alfreider.

Misure efficaci per ridurre il traffico privato

Dal 10 luglio sino a domani 10 settembre, dalle 10 alle 15, la la Val di Braies è rimasta chiusa al traffico privato e poteva essere raggiunta solo con i mezzi pubblici, a piedi o in bicicletta. Per il traffico motorizzato è stata prevista una barriera a partire dalla biforcazione tra la strada provinciale verso il lago di Braies (SP47) e la strada provinciale verso Braies Vecchia (SP80). Dalla stazione di Monguelfo ogni mezz’ora parte uno shuttlebus sino al lago. Nel contempo anche l’autobus della linea 442 da Villabassa è stato potenziato con una cadenza ogni mezz’ora. Grazie alla linea di trasporto pubblico 442 dal 10 giugno al 19 agosto sono state trasportate sino al lago di Braies da Dobbiaco complessivamente 106.506 persone con un aumento del 32%. Nello stesso periodo i bus della linea 439 da Monguelfo al lago di Braies hanno trasportato 43.663 persone con un aumento del 35% rispetto al 2018.

Sinergia tra Provincia, Comune e IDM

«È stato molto importante il lavoro di comunicazione della chiusura del traffico. In futuro vogliamo giungere ad un migliore equilibrio tra una mobilità ottimale ed i flussi del traffico, anche con interventi già all’inizio della valle. Deve essere inoltre migliorato il sistema dei parcheggi ed a livello locale vi deve essere la possibilità di adottare con maggiore flessibilità dei blocchi del traffico. A questo scopo – ha affermato Daniel Alfreider – sarà anche necessario proporre al Governo modifiche riguardanti il Codice della strada». Il sindaco di Braies, Friedrich Mittermair, ha quindi sottolineato gli aspetti positivi sulla viabilità della vallata realizzati grazie alle misure adottate dalla Provincia in collaborazione con l’IDM. «Il blocco del traffico veicolare privato ha riscosso un notevole sostegno sia da parte della popolazione locale che degli ospiti. Grazie all’utilizzo dei mezzi pubblici siamo riusciti a portare sino al lago circa 250.000 persone ogni mese, con una notevole riduzione del traffico e dell’inquinamento». Secondo il sindaco un ulteriore miglioramento potrebbe essere rappresentato dalla creazione di un’apposita stazione ferroviaria per Braies lungo la linea della Val Pusteria e dal perfezionamento delle prenotazioni. Il presidente dell’IDM, Hansi Pichler, ha quindi illustrato l’ampio pacchetto di misure poste in atto nel corso dell’estate nel campo della comunicazione per informare adeguatamente sia i turisti che la popolazione residente delle restrizioni del traffico veicolare privato diretto verso il lago di Braies. La  campagna ha ottenuto un ampio rilievo anche a livello internazionale ed oltre 2 milioni di persone hanno raccolto informazioni tramite gli strumenti realizzati da IDM.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211