Bonus ristrutturazioni e digitale: 7 milioni di euro per gli alberghi altoatesini

Pubblicato il 21 Febbraio 2016 in Infrastrutture, Opportunità, Turismo

 

Crediti d’imposta per circa sette milioni di euro al sistema alberghiero altoatesino per sostenere le ristrutturazioni da un lato e gli investimenti online dall’altro. Una buona notizia, frutto tra l’altro anche della Legge di stabilità di recente approvazione. «Una novità positiva introdotta dalla Legge di stabilità 2016 – spiega il presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bolzano Richard Burchia – è la possibilità di godere del tax credit sulle ristrutturazioni anche per gli interventi che comportano un aumento di cubatura delle strutture ricettive. Una giusta integrazione a un provvedimento che già “premiava” gli imprenditori che decidevano di investire sulle proprie strutture con interventi di ammodernamento».

2000px-Comunità_comprensoriali_Alto_Adige.svg

Ristrutturazioni e ampliamenti: sei milioni di euro in credito d’imposta

 In totale sono circa sei milioni di euro i fondi potenzialmente disponibili nell’ambito del credito d’imposta per le ristrutturazioni alberghiere “riservati” alle strutture altoatesine. Il dato si ricava riproporzionando lo stanziamento nazionale (50 milioni di euro per il 2016) con il numero delle strutture attive in provincia (che rappresentano circa il 12% del totale italiano). «Il provvedimento – continua il presidente Burchia – nasce con il cosiddetto “Art Bonus”, che finanzia con la misura del credito d’imposta il 30% delle spese sostenute per interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, eliminazione delle barriere architettoniche, efficientamento energetico, acquisto di mobili e componenti d’arredo destinati agli immobili oggetto degli interventi e da adesso anche gli ampliamenti». Le domande relative alle spese sostenute nel 2016 andranno presentate nel febbraio 2017 (il termine esatto non è stato ancora fissato).

Investimenti online: un milione di euro, richieste entro il 26 febbraio

RichardBurchiaPresidenteODCECC’è invece ancora tempo per presentare le domande di tax credit relative alle spese sostenute nel 2015 per migliorare la comunicazione online della propria struttura ricettiva. In questo settore l’ammontare dei benefici fiscali riservati alle imprese della provincia di Bolzano è calcolato in circa un milione di euro (su un totale nazionale di 15 milioni), per un contributo massimo complessivo di 12.500 euro a struttura. Come nel caso delle ristrutturazioni edilizie, il provvedimento rientra nel cosiddetto “Art Bonus”. «In questo caso – specifica il presidente dei commercialisti – il credito d’imposta può essere richiesto dalle strutture alberghiere con almeno sette camere, ma anche dalle strutture extra-alberghiere come affittacamere, ostelli della gioventù, bed and breakfast, rifugi montani, Agenzie Viaggio e Tour Operator. Sono agevolate tipologie di spesa di vario genere: impianti wifi, siti web, programmi per la prenotazione on line, pubblicità sul web, consulenza per il marketing digitale, idee innovative per le persone con disabilità e formazione. In questo caso, c’è ancora tempo per richiedere il credito d’imposta sulle spese sostenute nel 2015. Per la compilazione dell’istanza in via telematica c’è tempo fino alle 16 di mercoledì 24 febbraio, mentre l’invio sarà possibile dalle 10 di giovedì 25 febbraio alle 16 di venerdì 26 febbraio.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211