Banda larga: 9,5 milioni dalla giunta per l’Alto Adige digitale

Pubblicato il 16 Febbraio 2016 in Infrastrutture, Innovazione

Brennercom  

Del piano digitale per il 2016 avevamo già scritto. Ora si passa al concreto, cioè gli stanziamenti: oggi la giunta della provincia di Bolzano ha stanziato 9,5 milioni di euro per ampliare la banda larga in Alto Adige. In sintesi gli interventi consistono nel portare a termine il collegamento delle 155 centrali Telecom alla rete telematica, diffondere la fibra ottica sul territorio completare l’ultimo miglio per 150 edifici pubblici. Il programma è frutto del lavoro di Ripartizione provinciale informatica, Ufficio infrastrutture per telecomunicazioni, RAS, Informatica Alto Adige e Consorzio dei Comuni. I fondi della Provincia si sommano ai fondi europei, 22 milioni del FESR e 15 milioni del FEASR.

L’assessora all’informatica Waltraud Deeg fa il punto: «Il completamento di una rete a banda larga capillare sul territorio e in grado di consentire a tutte le famiglie e le imprese di accedere a collegamenti web ad alta velocità è e resta una delle nostre priorità strategiche. Si tratta di un’infrastruttura fondamentale non solo per la digitalizzazione, ma anche per la competitività della nostra Provincia».

I dettagli: fibra ottica nelle centrali Telecom

L’allacciamento alla rete telematica provinciale in fibra ottica di tutte le 155 centrali Telecom presenti in Alto Adige consentirà a coloro che si trovano in un raggio di 3 chilometri dalla centrale stessa di accedere a collegamenti web ad una velocità molto elevata, compresa tra i 7 e i 20 Mbit/s. Proseguiranno, inoltre, i lavori di posa della fibra ottica lungo le reti dorsali del territorio, con particolare attenzione alle zone periferiche, sino a raggiungere i nodi distribuzione dei singoli comuni, i cosiddetti PoP, la cui realizzazione è affidata alla RAS.

Edifici pubblici cablati

Poi c’è il capitolo pubblico. Sono 150 gli edifici pubblici di proprietà di Provincia e Comuni che la giunta Kompatscher punta a cablare entro l’anno. L’intervento sarà coordinato dall’Ufficio infrastrutture per telecomunicazioni, mentre l’attivazione della rete sarà a carico di Informatica Alto Adige.

Gli investimenti previsti nel settore da parte della Provincia di Bolzano ammontano a 9,5 milioni di euro, e integrano quelli garantiti sia dal FESR (Fondo europeo per lo sviluppo regionale – 22 milioni) per il progetto sull’ultimo miglio nei comuni strutturalmente più deboli, sia dal FEASR (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale – 15 milioni) per i collegamenti web ad alta velocità nelle zone produttive.

 

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211