Banda larga, 7 milioni per il 2017: ecco dove arriverà

Pubblicato il 7 Marzo 2017 in Infrastrutture

 

Completare le dorsali provinciali, raggiungere le ultime 22 delle 155 centrali Telecom, e consentire così a famiglie e imprese di navigare sul web ad alta velocità, ovvero tra i 7 e i 20 megabit al secondo. Questo l’obiettivo del programma 2017 relativo alla rete a banda larga approvato oggi (7 marzo) dalla Giunta provinciale, il cui traguardo nel medio-lungo periodo è quello di consentire al 99,5% della popolazione altoatesina di avere a disposizione un collegamento ADSL grazie al completamento dell’ultimo miglio da parte dei Comuni. “Una banda larga efficiente e funzionante – ha commentato di recente il presidente Arno Kompatscher – costituisce un’infrastruttura irrinunciabile non solo per i nostri cittadini, ma soprattutto per le nostre imprese”. “Il completamento di una rete capillare e in grado di consentire a tutte le famiglie e alle imprese di accedere a collegamenti web ad alta velocità  – conferma l’assessora all’informatica Waltraud Deeg – è una delle nostre priorità strategiche non solo per la digitalizzazione, ma anche per la competitività del territorio”.

Per quanto riguarda l’anno da poco iniziato, i fondi stanziati ammontano a 7 milioni di euro, tramite i quali completare  l’allacciamento alla rete telematica provinciale in fibra ottica di tutte le 155 centrali Telecom presenti in Alto Adige. Un’operazione che consentirà a coloro che si trovano in un raggio di 3 km. dalle centrali di accedere a collegamenti web ad alta velocità. Proseguiranno, inoltre, i lavori di posa della fibra ottica lungo le reti dorsali del territorio, con particolare attenzione alle zone periferiche, sino a raggiungere i nodi distribuzione dei singoli comuni, i cosiddetti PoP. Entro la prima metà dell’anno sarà completato il collegamenti Ponte Gardena-Laion, verranno posate le tubazioni per portare la fibra ottica in Val d’Ultimo (la posa della fibra verrà appaltata nella seconda metà del 2017) e la banda larga raggiungerà alcune località periferiche come Proves, Lauregno, Aldino, Trodena e Anterivo. Nei primi mesi del 2017, invece, saranno appaltati tra gli altri i lavori per due lotti della dorsale Bolzano-Bressanone, per il collegamento tra Bolzano e Sarentino e per quello tra Salorno e Roverè della Luna, dove è previsto l’allacciamento con la rete trentina. Si punterà, inoltre, a sfruttare al meglio le sinergie in quelle località dove sono già previsti interventi per la realizzazione di altre infrastrutture da parte sia dei Comuni, sia delle aziende energetiche, in particolare a Rio Pusteria (collegamento con Maranza), in Val Badia (La Villa-San Cassiano) e a Villabassa.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211