Val Passiria, un progetto CasaClima da 950mila euro per rilanciare il turismo

Pubblicato il 1 Giugno 2018 in Territorio, Turismo

 

Una nuova «casa» sostenibile e innovativa per l’Associazione turistica della Val Passiria: il progetto CasaClima A in legno ha sostituito la struttura di fine anni ’80. «Il turismo è un settore chiave per la nostra economia. La nuova sede dell’associazione della Val Passiria a San Leonardo ne simboleggia tutta la forza. Alla base ci sono il legame con il territorio, prodotti di qualità e ottime sinergie fra le organizzazioni del settore». Così il presidente Arno Kompatscher ha salutato Ulrich Königsrainer e Christian Gasser, rispettivamente presidente e direttore dell’associazione turistica locale, Konrad Pfitscher, sindaco di San Leonardo e la popolazione presente, in occasione della cerimonia di inaugurazione della nuova sede dell’associazione, avvenuta giovedì 31 maggio. Finora la Provincia ha finanziato con un contributo di circa 100.000 euro la costruzione della struttura, costata complessivamente 950.000 euro e realizzata grazie all’impegno del Comune e dell’associazione stessa. La nuova sede è stata costruita fra novembre 2017 e maggio 2018 sulla base del progetto dell’architetto Renate Marchetti. Nel corso della cerimonia la professionista bolzanina ha illustrato i dettagli tecnici dell’edificio, realizzato interamente in legno con lo standard CasaClima A da parte della cooperativa Holka di Moso in Passiria. Il progetto prevede un’area informazioni per turisti, uffici capaci di ospitare fino a 8 dipendenti (oggi nella sede dell’Associazione lavorano 5 persone), una sala d’attesa per i passeggeri dei bus e bagni pubblici. «L’edificio innovativo e funzionale sostituisce la preesistente sede dell’ufficio turistico della Val Passiria, costruita trent’anni fa e da dieci sede anche dell’Associazione turistica con spazio per appena tre dipendenti» ha sottolineato il presidente dell’Associazione Königsrainer.

Il taglio del nastro per la nuova struttura a San LeonardoSviluppo strategico e nuove collaborazioni

La nuova sede consentirà all’Associazione di lavorare in modo più efficace. In questo modo potrà intensificarsi anche la collaborazione fra l’associazione turistica della Val Passiria e la DME ovest, una delle tre unità di management entrate in funzione dal 1 gennaio scorso nell’ambito di IDM Alto Adige-Südtirol grazie alla riforma del settore approvata a livello provinciale dopo un processo partecipativo. Il cambiamento ha già portato frutti concreti: una collaborazione più serrata fra le associazioni locali e la DME in tema di consulenze, marketing, promozione del territorio e sviluppo dei prodotti, oltre che nell’organizzazione di eventi. «Con la riforma abbiamo reso più efficace e funzionale la struttura di supporto alle organizzazioni locali: un lavoro sinergico capace di creare sempre più occupazione in tutti i settori e di mantenere vivi e vitali anche le zone più periferiche e isolate della provincia» ha concluso il presidente Kompatscher.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211