Gelate invernali, altri 3,5 milioni di euro per asfaltare le strade

Pubblicato il 3 Maggio 2018 in Agenda

asfaltatura  

Stanno iniziando in questi giorni i lavori di asfaltatura per il rifacimento del manto usurato dopo i danni dell’inverno in Val d’Isarco. «I primi tratti interessati sono quelli della zona di Bressanone e la bassa Val Pusteria, poiché in queste zone si registrano già le condizioni ideali per partire con l’intervento» spiega Philipp Sicher, direttore del Servizio strade della Provincia. Al fine di garantire un’efficacia durevole e di qualità occorrono infatti, secondo Sicher, «condizioni adeguate, come precisi valori minimi della temperatura esterna e della superficie stradale. I danni più gravi sono stati sistemati nell’immediato con asfalto a freddo, in modo da rendere subito di nuovo percorribili e sicure le strade». Il Servizio strade della Val d’Isarco ha visto ampliarsi il programma delle asfaltature rispetto agli anni passati, così come avvenuto in altre zone della provincia. Ora gli operai hanno iniziato a attuare i lavori previsti nel programma.

Asfaltatura, il programma

«I danni delle gelate che si sono registrati quasi ovunque sulle strade della provincia verranno così sistemati» sottolinea l’assessore provinciale competente Florian Mussner. La Giunta ha infatti di recente ampliato il programma dei lavori. Ai 6,3 milioni messi a disposizione a dicembre se ne sono aggiunti 3,5, allo scopo di sistemare al più presto i danni più consistenti, chiarisce Mussner. In Val Pusteria e in Bassa Atesina i lavori di asfaltatura sono già iniziati. Nelle altre zone della provincia partiranno non appena le condizioni lo consentiranno, a cominciare dalle zone dove la presenza di irregolarità del manto rappresenta un potenziale pericolo per gli utenti della strada. Una parte dei lavori è in fase di assegnazione. «In molte zone i lavori non hanno potuto essere avviati prima, ragione per cui chiediamo agli utenti della strada di avere comprensione rispetto al fatto che alcuni interventi potrebbero protrarsi anche durante i mesi estivi» conclude Mussner.

Ecco la mappa degli interventi.

Creative Commons License
Alcuni diritti riservati
petizione treno bolzano milano

2015 - Alto Adige Innovazione - Testata giornalistica iscritta in data 10/11/2015 al numero 4059 del Registro Stampa presso il Tribunale di Bolzano.
Direttore Responsabile: Domenico Lanzilotta. E-mail: redazione@altoadigeinnovazione.it | Privacy e Cookie Policy
Editore: Media Accelerator - Partita IVA 02906890211